A- A+
Cronache
stalla 2

Nuovo scandalo alimentare in Germania, dopo la scoperta in Bassa Sassonia di oltre 10mila tonnellate di mangimi a base di mais contaminati con muffe cancerogene provenienti dalla Serbia. Il ministero dell'Agricoltura del Land ha comunicato oggi ad Hannover che oltre 3500 allevamenti hanno ricevuto questi mangimi contenenti ficomiceti cancerogeni.

Secondo il ministero, sono arrivate nel porto di Brake oltre 45mila tonnellate di mangimi cancerogeni, diecimila delle quali sono state bloccate sul posto, mentre altre 25mila tonnellate sono state scoperte in un magazzino di Brema.

Altre 10mila tonnellate erano state nel frattempo gia' vendute a 13 produttori tedeschi di mangimi della Bassa Sassonia, che lavorano il mais ricevuto, prima di rivenderlo agli allevatori di bovini, maiali e pollame. I mangimi contaminati sono cosi' finiti a 3560 aziende di allevamento della Bassa Sassonia e ad altre 14 del Nordreno-Westfalia.

Tags:
germaniamangimiscandalo alimentare
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.