A- A+
Cronache

 

 

La Tepco, la societa' che gestisce la disastrata centrale nucleare di Fukushima, ha rivelato di aver scoperto un'altra fuga di acqua altamente

radioattiva da uno dei serbatoi di immagazzinamento e che parte di questo liquido contaminato potrebbe aver raggiunto l'Oceano Pacifico. E' la seconda fuoriuscita in meno di due mesi.

Le misurazioni effettuate su una porzione di acqua riversata hanno mostrato una concentrazione di sostanze radioattive pari a 200mila becquerel per litro di isotopi radioattivi beta-emittitori, tra cui lo Stronzio 90; mentre all'interno del serbatoio il livello di contaminazione e' di 580mila becquerel per litro. Il limite legale per lo stronzio 90 e' di 30 becquerel. I tecnici della Tepco valutano provvisoriamente che siano stati riversati 430 litri di acqua. La Tepco sta utilizzando serbatoio costruiti frettolosamente per contenere l'eccesso di acqua da raffreddamento scaricata sopra i danneggiati reattori di Fukushima Daiichi, dove tre unita' subirono crolli ed esplosioni di idrogeno dopo il terremoto e lo tsunami del marzo 2011.

Tags:
giapponefugaacquaradioattivafukushima
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
CUPRA e De Antonio Yachts svelano il nuovo D28 Formentor e-HYBRID

CUPRA e De Antonio Yachts svelano il nuovo D28 Formentor e-HYBRID


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.