A- A+
Cronache
Giudice assolve marocchino che picchiava la moglie. Il pm aveva chiesto 8 anni

Pm chiede 8 anni per violenze sulla moglie. Il giudice lo assolve

Una sentenza del tribunale di Prato è destinata a far discutere. I fatti risalgono a ben sette anni fa, ma il verdetto dopo parecchi rinvii è arrivato solo nei giorni scorsi ed è stato clamoroso. Ribaltata totalmente la tesi accusatoria dei pm. Un marocchino di 46 anni era accusato dalla moglie di violenze ai suoi danni, anche in presenza di minori. La donna - si legge sul Tirreno - aveva non solo denunciato l'uomo ma addirittura portato al processo prove ben circostanziate.

Sembravano non esserci dubbi sul verdetto finale, tanto che i pm avevano addirittura chiesto otto anni di carcere per l'imputato. Ma il giudice ha deciso in maniera diversa. Nell’arringa conclusiva l’avvocato della difesa ha chiesto l’assoluzione arrivando a conclusioni diametralmente opposte a quelle del pubblico ministero. Il Tribunale ha accolto quest’ultima tesi ed ha assolto il quarantaseienne, sette anni dopo i fatti incriminati.

LEGGI ANCHE

"Abuso d'ufficio e traffico di influenze illecite: due reati da abolire"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
assolto uomo che picchiava mogliecronache pratogiudicesentenza tribunale pratoviolenza sulla moglie assolto
in evidenza
Vlahovic erede di Benzema: Juve, è minaccia "Real" da Madrid

Calciomercato rumors

Vlahovic erede di Benzema: Juve, è minaccia "Real" da Madrid


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla





motori
Nissan: 30 accessori per personalizzare il nuovo X-Trail e-Power

Nissan: 30 accessori per personalizzare il nuovo X-Trail e-Power

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.