A- A+
Cronache


Caso Cucchi: fu omicidio colposo, secondo le toghe. Salvi gli agenti, condannati i medici, con una "stangatina". Insomma, chiamiamo le cose con il loro nome : una sentenza vergognosa ! Solidarietà alla coraggiosa sorella del giovane, Ilaria, malmenato dagli agenti di custodia, ma non secondo la "giustizia", di primo grado, del bel Paese, che li ha assolti, insieme agli infermieri dell'ospedale romano "S.Pertini", dove il giovane restò, assistito, si fa per dire, ben 6 giorni, dopo il suo arresto per detenzione di sostanze stupefacenti.

Tre domande. Saranno promossi anche questi valorosi giudici, come lo furono quelli che, 30 anni fa, incarcerarono e stangarono Enzo Tortora come un infame camorrista, provocando indicibili sofferenze al popolare giornalista, che mori' di tumore, pochi mesi la sua definitiva assoluzione dalle gravi e infondate accuse ? La ministra della Giustizia, donna Anna MariaCancellieri, pur rispettando l'autonomia dell'ordine giudiziario, non dovrebbe esternare, tranquillizzando i cittadini ? Affermando, cioè, che un detenuto non è un cittadino di serie B o di serie C , un poveraccio. Ma che, finchè è ristretto nelle prigioni o nei reparti penitenziari degli ospedali, tutti i suoi diritti, in primis quello alla salute, garantito dalla Costituzione, devono essere tutelati.

Infine, l'Associazione nazionale dei magistrati e il Consiglio superiore della magistratura, presieduto da Napolitano- che non perdono occasione di difendere i propri associati dalle critiche, anche le più blande, in primis quelle dei politici- non dovrebbero esprimere il dissenso sulla sentenza, facendosi interprete dello sconcerto della pubblica opinione? Non la famiglia di Stefano Cucchi, ma i sostituti della Procura di Roma, titolari dell'inchiesta sulla morte del giovane, decisero, sulla base evidentemente di elementi concreti, di rinviare a giudizio gli agenti della polizia penitenziariaria, sostenendo che costoro avrebbero abusato "dei poteri, inerenti alla qualità di appartenenti alla polizia penitenziaria, quali preposti alla gestione del servizio delle camere di sicurezza, adibite alla custodia temporanea degli arrestati in flagranza di reato, in attesa dell'udienza di convalida, spingendo e colpendo, con dei calcioni, Cucchi, che vi si trovava in quanto arrestato". "Me l'hanno ucciso un'altra volta !", ha affermato la madre di Cucchi. "Andremo avanti fino in fondo, troveremo la verità. E'stato un fantasma a farlo morire ?". Interrogativi e angosce a cui uno Stato democratico deve fornire risposte molto più serie e convincenti rispetto alla sentenza di primo grado.

di Pietro Mancini

Tags:
cucchigiudiciproteste
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.