A- A+
Cronache
Green Pass, i portuali di Trieste mollano Puzzer e il Coordinamento 15 ottobre
Stefano Puzzer in uno screenshot da SkyTG24

No Green Pass: si spacca il fronte della protesta. I portuali mollano Puzzer, ora alla guida del Coordinamento 15 ottobre

Si spacca il fronte della protesta dei portuali di Trieste contro l’obbligo del Green Pass. Dopo le incertezze sulle dimissioni del portavoce Stefano Puzzer, arriva un freddo comunicato da parte del Coordinamento dei lavoratori portuali: “Visti gli ultimi sviluppi delle mobilitazioni contro il Green pass il Coordinamento dei lavoratori portuali di Trieste non intende partecipare alla gestione complessiva delle stesse e/o a qualsiasi coordinamento/associazione relativa".

Il CLPT ringrazia "l'amico e collega Stefano Puzzer per tutto il lavoro svolto" e gli augura “tutto il meglio per il futuro”. 

Tuttavia, il messaggio è chiaro: i portuali non intendono unirsi al Coordinamento 15 ottobre, fondato dallo stesso Puzzer insieme a Dario Giacomini, Eva Genzo, Roberto Perga e Matteo Schiavon.

Che obiettivi si pone il nuovo gruppo? “Il coordinamento invita tutti i cittadini, le associazioni ed i movimenti, senza distinzione di categoria, a riconoscersi in questa battaglia democratica per la libertà contro il green pass e l'obbligo vaccinale e a sostenere con i propri membri il coordinamento 15 ottobre".

"Da Trieste sollecitiamo tutte le piazze d'Italia a manifestare pacificamente affinché si senta forte la voce delle nostre richieste contro la profonda la divisione sociale che questi provvedimenti normativi e la loro applicazione hanno innescato. Auspichiamo che l'incontro di sabato con i rappresentanti del Governo vada al cuore del problema”, si spiega in una nota.

Puzzer, quindi, cambia casacca, ma non abbandona il campo. E, anzi, rilancia.

“Per la giornata di sabato 23 - prosegue la nota del Coordinamento 15 ottobre - invitiamo tutti gli italiani ad animare pacificamente e serenamente le proprie piazze dotandole di maxischermi dove saranno trasmessi gli esiti della riunione tra il Coordinamento 15 ottobre e i rappresentanti del Governo. Nel frattempo invitiamo tutte le persone che credono nella causa a manifestare nelle proprie città. Chi è già in viaggio sarà il benvenuto a Trieste fermo restando che allo stato attuale non siamo in grado di garantire supporto logistico per la notte di oggi e le notti future. Ci vediamo sabato nelle Vostre piazze!!!”.

Sulla protesta contro il Green Pass leggi anche:

Trieste, arriva il governo: parte trattativa? - Il tg VERO GIORNALE

Green Pass, Puzzer a Trieste: "Non si molla di un millimetro"

“A Trieste è morta la democrazia”, a Mentana piace l’intervista di Affari a Freccero

Freccero: pandemia serve a distruggere economia. A Trieste morta la democrazia

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coordinamento 15 ottobregreen passno green passportuali di triesteprotestastefano puzzer
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali





    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.