A- A+
Cronache

"Quando prendevo il bus a Roma e salivano degli zingari, l'autista spesso diceva ai passeggeri: 'Guardate i portafogli'. Questo e' disprezzo, forse e' vero, ma e' disprezzo". Papa Francesco ha evocato questo ricordo personale parlando ai cappellani degli zingari. E' noto a Roma che un vescovo gesuita latino-americano, il brasiliano Don Luciano de Almeida, amico di Bergoglio e del quale oggi e' in corso il processo di beatificazione, girando anche lui in bus prendeva sempre le difese dei ragazzini rom, che venivano trattati con disprezzo dai passeggeri.

A volte visti con ostilita' e sospetto, ai margini della societa', gli zingari sono scarsamente coinvolti nelle dinamiche politiche, economiche e sociali", ha detto il Papa descrivendo la situazione dell'integrazione dei rom e sinti come una "realta' complessa", ma certo chiamata a contribuire al bene comune nell'osservanza di diritti e doveri. Secondo Francesco, "tutti devono sentirsi interpellati nel porre al centro dell'attenzione la dignita' della persona umana". Il Pontefice ha chiesto che accanto all'azione solidale in favore del popolo zingaro svolta dalla Chiesa vi sia l'impegno di istituzioni e comunita' internazionale nell'individuare progetti volti al miglioramento della qualita' di vita. "Se infatti l'intera societa' e' danneggiata dalla mancanza di strutture educative, di formazione culturale e professionale, dal difficile accesso all'assistenza sanitaria, dalla discriminazione nel mercato del lavoro e dalla carenza di alloggi dignitosi, tali piaghe colpiscono maggiormente i gruppi piu' deboli, facili vittime di nuove forme di schiavitu'", per Bergoglio "sono le persone meno tutelate che cadono nella trappola dello sfruttamento, dell'accattonaggio forzato e di diverse forme di abuso". "Gli zingari - ha affermato - sono tra i piu' vulnerabili, soprattutto quando mancano gli aiuti per l'integrazione e la promozione della persona nelle varie dimensioni del vivere civile". Un discorso che vale anche per la Chiesa, ha spiegato il Pontefice ricevendo in Sala Clementina i partecipanti all'incontro "La Chiesa e gli Zingari: annunciare il Vangelo nelle periferie", promosso dal Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti. "Il Vangelo - ha concluso infatti - e' annuncio di gioia per tutti, specialmente deboli ed emarginati".

Tags:
papa
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.