A- A+
Cronache

Valter Lavitola, Sergio De Gregorio e l’International Press Scarl, società editrice del quotidiano "l’Avanti" di cui "Valterino" è stato direttore, dovranno risarcire 23 milioni e 879mila euro.  Si tratta delle somme erogate dalla presidenza del Consiglio dei ministri (Dipartimento per l’informazione e l’editoria) dal 1997 al 2010 a titolo di contributi per l’editoria. È quanto ha stabilito la Corte dei Conti, sezione Lazio, sulla base delle irregolarità accertate dai pm della procura di Napoli Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock nell’ambito dell’inchiesta sulla gestione del’«l’Avanti» all’epoca in cui era diretto da Lavitola
 
Lavitola e l’ex senatore De Gregorio sono stati ritenuti responsabili di una serie di illeciti. I fondi sono stati corrisposti, secondo quanto confermato dalla sentenza emessa dalla Corte dei Conti, sulla base di dati falsi riguardanti i bilanci, le scritture contabili, i costi dell’attività di produzione, i dati relativi alla diffusione e alla vendita.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lavitolade gregoriomilionistato
in evidenza
Affari continua a salire Ad agosto crescita del 40%

Dati audiweb

Affari continua a salire
Ad agosto crescita del 40%

i più visti
in vetrina
Juve Roma, Mourinho: "Rigore? Mi isolo. Il recupero? Dimostra un'intenzione"

Juve Roma, Mourinho: "Rigore? Mi isolo. Il recupero? Dimostra un'intenzione"





casa, immobiliare
motori
Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.