A- A+
Cronache
Le verità nei verbali di Amara: Storari intercettò la segretaria di Davigo

La segretaria di Piercamillo Davigo al Csm, Marcella Contrafatto, fu intercettata dalla Procura di Milano, nell’ipotesi che fosse complice di un furto informatico. E' l'elemento principale tra quelli rivelati da Il Fatto Quotidiano che ha potuto esaminare i verbali e le trascrizioni degli interrogatori in cui Piero Amara aveva parlato dell'esitenza della loggia massonica denominata "Ungheria".

Quelle carte uscite dalla Procura di Milano

Il sospetto, secondo quanto scrive il Fatto, era che la segretaria di Davigo potesse essere la postina che aveva mandato a un paio di giornalisti e al magistrato Nino Di Matteo, i verbali segreti che erano stati trafugati illegalmente dai computer del pm Paolo Storari e del procuratore aggiunto Laura Pedio. A ottobre 2020, "né i magistrati di Milano, né quelli di Perugia sanno chi ha fatto uscire quei verbali dalla dalla Procura di Milano. Il reato per cui sta indagando la Procura di Perugia — violazione del segreto istruttorio — non permette la realizzazione di intercettazioni", scrive il Fatto. "Lo permette però un altro reato, quello di accesso abusivo a sistema informatico: l’ipotesi formulata a Milano. Così, scatta l’intesa tra la Procura di Perugia e Storari e Contrafatto viene indagata e intercettata. Per lei si valuta persino l’arresto, sul quale Storari dice di essere disponibile a una valutazione".

Ma poi conclude Il Fatto, arrivando al 2021: "L’8 aprile, Storari va nell’ufficio del suo capo, il procuratore Francesco Greco, e“liberandosi di un peso che aveva da tempo” gli rivela d’aver consegnato un anno prima quei verbali a Davigo. Crolla l’ipotesi di accesso abusivo ai sistemi informatici della Procura. E quindi anche la possibilità di intercettare Contrafatto, che con il furto (inesistente) di quei verbali dai computer dei pm di Milano non ha alcun collegamento".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    amaradavigostorarigiustizia
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili





    casa, immobiliare
    motori
    Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità

    Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.