A- A+
Cronache
Madonna di Trevignano, si chiude lo show: via statue e panche. Ecco perchè
La veggente Gisella Cardia

Madonna Trevignano, la sentenza del Consiglio di Stato respinge il ricorso della veggente e da ragione al Comune

Si mette la parole fine al caso della Madonna di Trevignano. Almeno per ora. Il Consiglio di Stato ha infatti respinto il ricorso presentato dall’associazione Madonna di Trevignano Ets sui presunti abusi edilizi presenti all’interno del terreno dei rosari di via Campo delle Rose a Trevignano Romano, dove il 3 di ogni mese, centinaia di persone si radunano per pregare con la sedicente veggente Gisella Cardia. A rivelarlo è Fanpage.it. 

La sentenza, si legge sul sito, "è arrivata mercoledì 12 luglio e ha dato ragione al Parco di Bracciano e di Martignano e al Comune, che lo scorso 18 aprile era intervenuto con un’ordinanza di rimozione e di ripristino dei luoghi. Gisella e suo marito, presidente dell’associazione, rappresentati dall’avvocato Adriano Tortora, dovranno rimuovere tutto ciò che si trova all’interno del campo. Dovranno farlo all’inizio della prossima settimana, tra il 17 e il 19 luglio, quando scadranno i 90 giorni dall’ordinanza del Comune".  

“Siamo soddisfatti del verdetto del Consiglio di Stato, ora i manufatti abusivi dovranno essere rimossi“, questo è stato il commento di Lara Serao, avvocata del Comitato per la Legalità. E precisa: “Crediamo però che si sarebbe potuti arrivare molto prima a questa conclusione, senza dover attendere tutti questi anni“.

LEGGI ANCHE: Madonna di Trevignano, nuovo incontro. Affari si è infiltrato... Il racconto

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gisellamadonna trevignano
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...

Carlo Conti a Sanremo

Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...


in vetrina
Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey

Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey





motori
Concept Mercedes-AMG PureSpeed: il futuro delle Hypercar Mythos

Concept Mercedes-AMG PureSpeed: il futuro delle Hypercar Mythos

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.