A- A+
Cronache

 

divorzio tmnews 1

I genitori divorziano. Ma il figlio non ci sta e fa causa. Per 200mila dollari. Questa la cifra chiesta da Bernard Anderson Bay, 32enne di Brooklyn, ai suoi tramite una causa per carenza d'affetto. I genitori sono considerati responsabili di averlo cresciuto in una casa povera e in un degrado tale da portarlo a vivere da senzatetto, privandolo dell'amore "dovuto a un figlio".

Bay ha raccontato di essere stato picchiato dal padre quando era bambino, che veniva chiamato "bastardo" e deoveva assistere al padre mentre si dorgava. "La nostra famiglia è veramente povera - ha detto Bey al New York Post - e io mi sento abbandonato e senza amore". Per poter soddisfare la richiesta economica del figlio, i genitori dovrebbero ipotecare la loro casa. Con quei soldi Bay vorrebbe comprare due "franchise" di Domino's Pizza, diventare un uomo d'affari e sfuggire una volta per tutte alla miseria

Tags:
usacausadivorzio
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.