A- A+
Cronache
Manager narcotizza, violenta e fotografa studentessa. "Stupratore seriale"

Successivamente l'uomo, preoccupato dall'esito della perquisizione e dalle indagini in corso, ha tentato di crearsi un alibi e accusato la studentessa e la sua famiglia di un tentativo di estorsione ai suoi danni. La ragazza e i suoi genitori, da quanto si è saputo, erano amici da 10 anni dell'imprenditore. Sono in corso poi ulteriori accertamenti per identificare le altre donne che, in passato, avrebbero subito abusi sessuali da parte dell'indagato con lo stesso modus operandi. Per questo gli investigatori invitano coloro che abbiano incontrato l'imprenditore, accusando successivamente uno stato d'incoscienza, a contattare immediatamente i Carabinieri della Compagnia Milano Porta Monforte, in viale Umbria 62 a Milano. 

Stando a quanto emerso dalle indagini dei Carabinieri, infatti, il facoltoso imprenditore avrebbe abusato più di una giovane. Altre sono in fase di identificazione. Durante le perquisizioni, sui dispositivi elettronici del 50enne sarebbero state trovate fotografie di altre vittime, risalenti dal 2020 alle ultime settimane. 

Nell'ordinanza di custodia cautelare, il gip Chiara Valori spiega che "le fotografie rinvenute sui cellulari" di Antonio di Fazio "dimostrano un'evidente serialità nelle condotte, ripetute in almeno quattro occasioni negli ultimi sei mesi".

"Sono ritratte infatti - osserva ancora il giudice - giovani donne, in stato di incoscienza, denudate (...) e in alcuni casi addirittura e' visibile la mano di chi ha scattato la fotografia nell'assoluta impossibilità delle persone offese di frapporre qualunque resistenza". Foto che non hanno "nessuna spiegazione se non quella Di documentare il trofeo conquistato". Di Fazio viene definito "un moderno Barbablù". 

Inoltre, l'imprenditore aveva dei tesserini falsi che attestavano al sua appartenenza ai servizi segreti e alla Guardia Di Finanza. Da quanto apprende l'agenzia Lapresse da fonti investigative, Di Fazio sarebbe stato già condannato in passato proprio perchè, per evitare controlli stradali, era solito esibire i tesserini contraffatti, oltre ad una pistola giocattolo e al lampeggiante blu delle auto di servizio, che teneva in macchina.

 

Commenti
    Tags:
    imprenditore milano narcotizzava studentessestudentesse bocconi imprenditore
    in evidenza
    Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

    Foto mozzafiato della soubrette

    Wanda Nara, perizoma e bikini
    Lady Icardi è la regina dell'estate

    i più visti
    in vetrina
    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





    casa, immobiliare
    motori
    BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

    BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.