A- A+
Cronache
Morte Satnam, le accuse alla compagna Sony: "Non è la moglie, vuole i soldi"
Morte Satnam

Morte Satnam, dramma senza fine per la compagna: le accuse della comunità Sikh di Latina

La morte di Satnam Sigh, l'operaio morto a Latina in seguito alle conseguenze dell'amputazione di un braccio mentre usava un macchinario nei campi agricoli, continua a far discutere. Oltre alla polemica sul caporalato con il governo che sta cercando di varare una legge ad hoc per punire severamente chi sfrutta gli immigrati nei campi, scoppia anche il caso relativo alla campagna di Satnam. Dopo aver visto morire sotto i suoi occhi il compagno, Sony - riporta La Repubblica - sta vivendo un secondo dramma. La giovane non era la moglie, ma soltanto la compagna del 31enne.

Leggi anche: Satnam Singh, autopsia: “Morto anche a causa dell’emorragia. Poteva salvarsi”

Per questo la comunità Sikh di zona la guarda con sospetto. Sony e Satnam, soprannominato Navi, erano giunti insieme dall’India. "Non era la moglie. Forse si approfittava di lui e ora è pronta a prendersi tutti i soldi di un eventuale risarcimento. Già prima non mandava soldi in India", è l’insinuazione che si diffonde sempre più nella comunità indiana di Latina. Sony - prosegue La Repubblica - era già finita nel mirino per la decisione del governo, per motivi di umanità, di riconoscerle un permesso di soggiorno. Il Viminale al momento sarebbe in attesa dei tempi tecnici e del via libera da parte dell'autorità giudiziaria, dopodiché la donna dovrebbe ricevere il documento previsto ai sensi dell'articolo 18 del Testo Unico sull'immigrazione.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti

Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti





motori
Fiat 500e Giorgio Armani: l’icona del Made in Italy

Fiat 500e Giorgio Armani: l’icona del Made in Italy

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.