A- A+
Cronache
Viaggi gratis e mazzette sulle concessioni demaniali. Tra gli indagati Mr. Msc

Inchiesta sulle concessioni demaniali a Napoli, tra gli indagati il patron di Msc

"Concessione deminali date illecitamente in cambio di abbonamenti e biglietti per viaggiare gratis tra le due costiere e le isole del Golfo di Napoli, a bordo di traghetti e aliscafi, ma anche in cambio di denaro che veniva consegnato a l l’interno di buste nascoste tra le cassette di limoni". Lo scrive oggi Il Fatto Quotidiano, in merito "a quanto emerge nell’ambito d e l l’inchiesta della Procura di Napoli, che conta 44 indagati".

Secondo quanto scrive il Fatto Quotidiano, tra gli indagati ci sarebbe anche Gianluigi Aponte, il patron di Msc. Viene riportata una telefonata del 31 marzo 2019 tra "l’ad della compagnia di navigazione del Golfo di Napoli Alilauro Gruson, Salvatore Di Leva detto Palli Palli perché nella sua Sorrento dicono che le spara grosse", scrive il Fatto e lo stesso Aponte. I due, secondo il Fatto sarebbero "indagati per corruzione, falso e traffico d’influenze.

Secondo il Fatto, "la conversazione verte su un tema: come ostacolare un terzo armatore sulle tratte da Sorrento a Capri". Sempre per il Fatto, "quando gli inquirenti chiedono a Di Leva perché pur essendo Aponte tecnicamente un concorrente, ne ha attuato la decisione di andare a Massa Lubrense, Palli Palli dà questa spiegazione: “Un socio Alilauro Gruson ha acquistato l’Hotel Due Golfi di Sant’A g at a e fu lui a chiedermi di mettere una linea Massa Lubrense-Capri”.

"Qui sarebbe entrato in gioco Aponte", conclude il Fatto Quotidiano, "aggiungendo poi un passaggio “sulle forti perplessità circa un effettivo e consapevole contributo di Aponte” alla rete corruttiva messa in piedi dal cartello di Di Leva". Tanto che, sottolinea il Fatto, per Aponte non sono state chieste misure cautelari.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
aponte
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

Europee/ L'idea di Lancini

Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
C'è la casella Stop utero in affitto


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove





motori
Punti ricarica auto elettriche, crescono del 31,5% nel primo trimestre

Punti ricarica auto elettriche, crescono del 31,5% nel primo trimestre

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.