A- A+
Cronache

 

polizia7011111

Il latitante Pietro Labate, 62 anni, indicato dagli inquirenti come capo dell'omonima cosca di 'ndrangheta operante nel quartiere Gebbione di Reggio Calabria, inserito nell'elenco dei 100 latitanti più pericolosi del ministero dell'Interno, è stato arrestato ieri sera dagli uomini della squadra mobile di reggio calabria, diretta da Gennaro Semeraro. Labate era latitante dall'aprile del 2011, quando sfuggi' alla cattura nell'ambito dell'operazione antimafia "Archi". E' accusato di associazione mafiosa ed estorsione. Nel luglio 2012 era stato condannato in primo grado a 20 anni di carcere.

LABATE HA TENTATO FUGA PRIMA DI ESSERE BLOCCATO - Ha tentato la fuga quando si è accorto di essere stato raggiunto dagli uomini della Polizia, ma è stato immediatamente bloccato dagli agenti della squadra mobile. Pietro Labate, il boss di 62 anni, latitante dal 2011, era nel suo quartiere a Gebbione, alla periferia sud di Reggio Calabria, dove il clan di cui è capo esercita la sua influenza criminale. I particolari della cattura saranno resi noti alle 11 nel corso di una conferenza stampa in Questura.

BUBBICO, ARRESTO BOSS LABATE ENNESIMO COLPO A COSCHE - Un plauso e un ringraziamento agli uomini della squadra mobile di Reggio Calabria e al capo della Polizia Alessandro Pansa arriva dal viceministro dell'Interno, Filippo Bubbico, per "la brillante operazione" che ha portato all'arresto del boss Pietro Labate, "uno dei latitanti inserito nell'elenco dei più pericolosi a livello nazionale". Si tratta, si legge in una nota, "dell'ennesimo duro colpo inflitto alle cosche, grazie anche all'ottimo e prezioso lavoro delle Forze dell'Ordine e della Polizia di Stato". "Siamo consapevoli - ha aggiunto il viceministro - che molto resta da fare sia sul piano del contrasto che su quello della prevenzione contro la criminalita', ma il risultato di oggi dimostra che il livello di allerta e di azione di tutte le forze coinvolte nella lotta alla mafia e' altissimo e costante".

Tags:
'ndranghetalabateboss
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1 il domani è già arrivato

Nuova smart #1 il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.