A- A+
Cronache
Omicidio Paolo Stasi, l'autopsia conferma: raggiunto da due colpi d'arma

Omicidio Francavilla Fontana, l'esito dell’autopsia conferma che Paolo Stasi è stato freddato con due colpi di pistola. Oggi, 21 novembre, i funerali

Un colpo di pistola l’ha colpito in pieno petto, l’altro l’ha preso di striscio alla spalla: è durata circa quattro ore l’autopsia eseguita sul corpo di Paolo Stasi, il 19enne freddato sotto la propria abitazione in via Occhi Bianchi a Francavilla Fontana. L’esame è stato eseguito dal medico legale Raffaele Giorgetti, professore dell’università delle Marche, incaricato dal pm Giuseppe De Nozza. I risultati saranno depositati entro 60 giorni. L’esame permetterà di capire a quale distanza si è trovato il killer per esplodere i colpi d’arma da fuoco: il primo arrivato dritto al petto di Paolo Stasi, il secondo alla spalla, di striscio, quando, con molta probabilità, il giovane ha tentato di fuggire dal suo sicario.

All’autopsia è stato presente anche il dottor Donato Sardano, perito nominato dalla famiglia Stasi, assistita legalmente dall’avvocato Domenico Attanasi. La salma del giovane è stata restituita alla famiglia e nel pomeriggio di oggi (21 novembre), alle 16, saranno celebrati i funerali presso la basilica della città. Il sindaco Antonello Denuzzo: “È lutto cittadino in questo giorno. Per esprimere con il silenzio la vicinanza della comunità di Francavilla Fontana alla sua famiglia, per il dolore devastante che l'ha colpita. La vittima è così giovane da non lasciarci altro pensiero.”


L’omicidio di Paolo Stasi e le indagini: caccia a un uomo con le scarpe da ginnastica

Il corpo del giovane è stato trovato dal padre Giuseppe, operatore radio-fonico di una emittente locale, dopo aver udito i colpi di pistola nel pomeriggio del 9 novembre, poco dopo le 17, in via Occhi Bianchi, proprio sotto l’abitazione della famiglia Stasi. Il giovane, come già dichiarato dall’avvocato di famiglia Domenico Stasi, “era sereno e tranquillo da non far presagire alcuna tragedia quando è sceso dal primo piano della sua casa per aprire la porta al suo sicario.”

L’attività d’indagine è condotta dai carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana unitamente ai carabinieri del nucleo investigativo di Brindisi, sotto la direzione del pm Giuseppe De Nozza. Alcuna pista è stata esclusa dai militari che hanno sequestrato tutto ciò che era da sequestrare all’interno della casa come pc, cellulari e altri dispositivi.

Sulla scena del delitto non sono stati trovati bossoli e la circostanza ha permesso agli investigatori di ipotizzare l’utilizzo di una revolver o di una piccola pistola modificata. Sono state ascoltate diverse persone vicino alla vittima e al vaglio dei carabinieri anche le immagini di alcuni sistemi di videosorveglianza privati della zona. È in questi che è stato immortalato un uomo in fuga che ha indossato scarpe da ginnastica di colore bianco. Il cerchio su chi potrebbe essere il killer di Paolo Stasi sembra chiudersi e dopo dodici giorni di serrate indagini i cittadini di Francavilla Fontana, che hanno anche organizzato un corteo in memoria del giovane, e soprattutto i familiari vorrebbero dare un volto a chi ha ammazzato il loro concittadino e figlio, apparentemente senza un movente.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
francavilla fontanafuneraliomicidiopaolo stasi
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

La coppia più famosa del giornalismo

Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024





motori
Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.