A- A+
Cronache
Scagni, "ridimensionata la posizione della parte civile". Beffa per i genitori

Omicidio Alice Scagni, l'avvocato Anselmo ad Affari: "Abbandonati ancora una volta dallo Stato"

“Vogliamo la verità. Il processo dovrebbe essere celebrato per ricercare la responsabilità delle istituzioni che non ci sono state di nessuno aiuto”. Così i genitori di Alice Scagni, la 34enne uccisa dal fratello Alberto con  diciassette coltellate lo scorso 1 maggio 2022 sotto casa, a Genova, hanno tentato di dare voce al dolore straziante che da un anno li divora. Un dolore, quello di Antonella Zarri e Graziano Scagni, per un figlio “malato” che non è stato aiutato dallo Stato. E per cui oggi  ha preso il via il processo per omicidio volontario aggravato dai futili motivi e dalla crudeltà nei confronti della sorella.

Proprio i genitori e il marito di Alice, costituitisi parti civili, sono stati invitati ad uscire dall’aula, per non inficiare la loro futura testimonianza. Così come le telecamere, non ammesse per esplicita volontà di Alberto, presente e assistito dal nuovo avvocato nominato d’ufficio, Mirko Bettoli. Una decisione, questa, che fa da spalla alla lunga premessa dell’ordinanza emessa dal giudice, con cui è stato ridimensionato, e non di poco, il ruolo delle parti civili nel processo.

alice scagni alberto scagniAlice Scagni e fratello

LEGGI ANCHE: Delitto Scagni, 63 telefonate senza risposta all'Asl della madre del killer

A raccontarlo ad Affaritaliani.it è stato il legale della famiglia Scagni, Fabio Anselmo, che fu anche il legale della famiglia Cucchi nei processi che sono seguiti alla morte di Stefano nel 2009.

Qual è stato l’esito di questa udienza?

Nell’ordinanza il giudice non solo ha tagliato molto la nostra lista di testimoni. Di più, sulla base di una premessa di carattere generale il nostro ruolo è stato molto ristretto, con una vera invasione di campo.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
alberto scagnialice scagniomicidio
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria

Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria





motori
Jeep Experience: un successo tra prestazioni Off-Road e accoglienza premium

Jeep Experience: un successo tra prestazioni Off-Road e accoglienza premium

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.