A- A+
Cronache
Palamara, il lobbista Centofanti: "Gli pagavo 8 mila euro annui di cene"
Luca Palamara Lapresse

Le fatture emesse dai ristoratori verso le mie societa' non sono tutte relative a pranzi organizzati nell'interesse di Palamara. Credo di aver corrisposto di media 7000/8000 euro annui a partire dal 2014 sino al febbraio 2018, ovvero sino al mio arresto, in relazione ai pranzi e alle cene che ho pagato in favore di Palamara''. Cosi' Fabrizio Centofanti nelle dichiarazioni spontanee rese ai pm di Perugia il 9 giugno scorso. Il verbale di Centofanti, imputato per corruzione insieme a Palamara, e' stato depositato agli atti nell'udienza preliminare. ''Dopo il mio arresto - ha dichiarato l'imprenditore - gli ho mandato qualche presente per Natale. Ad esempio, quest'anno gli ho inviato una bottiglia di champagne".

VERBALE CENTOFANTI, 'HO PAGATO SOGGIORNO IBIZA A PALAMARA E ATTISANI'

"Il soggiorno a Ibiza e' stato pagato interamente da me. In quell'occasione ho pagato in anticipo tutte le spese di prenotazione. Al momento di saldare il conto presso l'Ibiza Grand Hotel ho imputato tutte le somme anticipate al mio soggiorno ed ho pagato in contanti il soggiorno di Palamara e Attisani e quello di Panvino con la sua accompagnatrice", si legge ancora.  "Altrettanto posso dire per il soggiorno a Favignana, dove ho pagato oltre le cene anche un giro in barca", ha aggiunto. 

VERBALE CENTOFANTI, HOTEL MADONNA CAMPIGLIO? MI SONO VOLUTO FARE BELLO A INSAPUTA PALAMARA

"In relazione allo sconto da lui ottenuto in ordine al soggiorno a Madonna di Campiglio nel 2011, posso dire che Palamara non era consapevole di tale riduzione di prezzo. Mi voluto fare bello a sua insaputa, utilizzando uno sconto che avevo ottenuto da un'agenzia di viaggio. In quell'occasione si è trattato di uno 'sconto amicale'", dice ancora Centofanti.

VERBALE CENTOFANTI, HO 'PUNTATO' SU PALAMARA PER FAR CRESCERE MIA SOCIETA'

"Ho iniziato a 'puntare' su Palamara in quanto il suo rapporto aiutava la crescita della mia società". Cosi' Fabrizio Centofanti nelle dichiarazioni spontanee rese ai pm di Perugia. "Io ero sostanzialmente uno sponsor dell'attività politico correntizia di Palamara. I titolari di tali ristoranti sapevano che avrei saldato a fine mese mediante l'emissione di una unica fattura alle mie societa'", si legge in un altro passaggio del verbale di Centofanti. 

Commenti
    Tags:
    palamaragiustiziacentofantirivelazioni
    Iscriviti al nostro canale WhatsApp





    in evidenza
    Affari in Rete

    Politica

    Affari in Rete

    
    in vetrina
    Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream

    Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream





    motori
    Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

    Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.