A- A+
Cronache

 

papa aparecida 500 (1)

"Quello che nel suo cuore odia suo fratello e' un omicida". Papa Francesco ha ripetuto oggi le dure parole della prima Lettera di Giovanni nell'omelia della messa celebrata questa mattina a Santa Marta, la prima dopo la pausa estiva. "Noi - ha detto il Papa - siamo abituati alle chiacchiere, ai pettegolezzi. Ma quante volte le nostre comunita', anche la nostra famiglia, sono un inferno dove si gestisce questa criminalita' di uccidere il fratello e la sorella con la lingua!". "Una comunita', una famiglia - ha proseguito Francesco - viene distrutta per questa invidia, che semina il diavolo nel cuore e fa che uno parli male dell'altro, e cosi' si distrugga".

"In questi giorni - ha sottolineato il Pontefice - stiamo parlando tanto della pace, vediamo le vittime delle armi, ma bisogna pensare anche alle nostre armi quotidiane: la lingua, le chiacchiere, lo spettegolare". Ogni comunita' - ha spiegato - deve vivere invece con il Signore ed essere "come il Cielo": "Perche' ci sia pace in una comunita', in una famiglia, in un Paese, nel mondo, dobbiamo incominciare cosi': essere con il Signore. E - ha elencato Papa Bergoglio - dov'e' il Signore non c'e' l'invidia, non c'e' la criminalita', non c'e' l'odio, non ci sono le gelosie. C'e' fratellanza". "Chiediamo questo al Signore: mai uccidere il prossimo con la nostra lingua, ed essere con il Signore come tutti noi saremo in Cielo", ha poi concluso.

PAPA: SU TWITTER, MAI PIU' LA GUERRA, MAI PIU' LA GUERRA
Papa Francesco ha ripetuto oggi in un tweet le parole da lui pronunciate ieri in riferimento alla crisi siriana: "mai piu' la guerra! Mai piu' la guerra". E' la stessa espressione utilizzata da Pio XII nel radiomessaggio di Natale del 1951 e fatta propria da Giovanni Paolo II nel gennaio 2003, per scongiurare la guerra in Iraq, ma anche da Paolo VI e Benedetto XVI in diverse occasioni.

PAPA: DI CHI VA AI VERTICI SI PARLA BENE PER UN PO',POI MENO BENE
"Quando in una comunita' si dice: 'Ah, che buono, questo che e' venuto da noi!'. Se ne parla bene il primo giorno; il secondo non tanto; e il terzo si incomincia a spettegolare e finiscono spellandolo". Papa Francesco ha fotografato cosi' quanto accade anche nella Chiesa ad ogni livello quando ci sono cambiamenti nelle posizioni di responsabilita', con la nomina di un nuovo parroco, di un nuovo vescovo e via salendo. A suggerire questa considerazione al Pontefice e' stato il racconto evangelico dell'incontro di Gesu' con i suoi conterranei, gli abitanti di Nazaret che ad un certo punto tentano di ammazzarlo, come racconta Luca nella liturgia di oggi, che e' stato al centro dell'omelia di Papa Francesco, nella prima messa celebrata alla Domus Santa Marta dopo la pausa estiva, della quale ha riferito la Radio Vaticana.

Tags:
papaodiamoassassinisparliamotweet
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.