A- A+
Cronache

Oggi l'Italia sarà interessata dall'ultima perturbazione di marzo, un mese che per alcune regioni italiane si rivelerà eccezionalmente piovoso. Si tratta della quattordicesima perturbazione che interesserà parte della penisola anche nella giornata di Pasqua, anche se nel corso della giornata il tempo è destinato a migliorare da ovest. Si tratterà però di un miglioramento solo temporaneo che probabilmente riuscirà a regalarci una giornata di Pasquetta con poche piogge, anche se le nubi non mancheranno, ma con qualche intervallo più soleggiato ma assolutamente inaffidabile.

tempo pasqua ai

Ecco, in base alle ultime elaborazioni del Centro www.meteogiuliacci.it, il tempo di domani e di dopodomani.

Domenica 31 marzo, Pasqua - Tempo tra instabile e perturbato sulle regioni di Nord-Est, sulla Lombardia orientale, sull'Emilia Romagna, sulle regioni centrali ad eccezione probabilmente delle coste abruzzesi, sulla Campania, sulla Lucania e sul nord della Calabria. Nevicate sulle Alpi a quote superiori ai 1000-1300m. Nuvoloso sulle altre regioni, con probabili schiarite più ampie sul Piemonte, Lombardia occidentale. Nella sera tendenza ad attenuazione delle precipitazioni e ad estensione delle schiarite anche al versante tirrenico, in movimento verso est. Temperature massime in aumento: Centro-Nord 13-16 °C, Sud ed Isole 14-18 °C.

tempo pasquetta ai

Lunedì 1 aprile, Pasquetta - Tempo variabile su tutta l'Italia, con alternanza di schiarite ed annuvolamenti, più probabili al Nord e lungo il versante tirrenico. Non si escludono isolati e brevi piovaschi o rovesci, più probabili nelle zone interne. Nel corso del pomeriggio tornerà ad aumentare la nuvolosità ad iniziare dalla Sardegna e dalle regioni di Nord-Ovest per l'arrivo di una nuova perturbazione che in serata potrebbe portare le prime piogge sul Ponente Ligure e sulla Sardegna. Temperature massime in lieve calo al Nord, stazionarie al Centro-Sud: Nord 11-14 °C, Centro: 13-16 °C, Sud 15-18 °C


-14% ITALIANI IN VACANZA,FEDERALBERGHI "CRISI EPOCALE" - Per Pasqua sono in partenza il 14,1% di italiani in meno dello scorso anno. Secondo l'indagine effettuata dall Istituto ACS Marketing Solutions per Federalberghi, andranno in vacanza, dormendo almeno una notte fuori casa, 8,2 milioni di persone, contro i 9,5 milioni del 2012, di preferenza in casa di amici e parenti. "I dati previsionali di Pasqua sono l'ennesima conferma di come l'Italia stia purtroppo vivendo una crisi epocale, che rischia di far tornare l'economia turistica ai livelli post Seconda Guerra Mondiale", commenta il presidente di Federalberghi, Bernabo' Bocca. Il sondaggio mostra un sorpasso storico delle case di parenti e amici (scelte dal 28,1% del campione) rispetto alle strutture alberghiere (preferite dal 27,6%). Le presenze in hotel calano dello 0,8% mentre aumentano quelle in B&B (dal 2al 6,1%); in flessione anche l'agriturismo (-1%). La spesa media pro-capite (comprensiva di trasporti, cibo, alloggio e divertimenti) si attestera' sui 317 euro rispetto ai 329 del 2012 (con un calo del 3,6%) generando un giro d'affari di 2,59 miliardi (rispetto ai 3,13 miliardi del 2012) per un decremento del 17%. L'88% di chi andra' in vacanza restera' in Italia, mentre il 12% all'estero. Chi restera' in Italia spendera' in media 272 euro (rispetto ai 288 del 2012), mentre chi andra' oltreconfine spendera' una media di 631 euro a persona (rispetto ai 682 del 2012). La durata media, infine, della vacanza si attestera' sulle 3,2 notti rispetto alle 3,5 notti del 2012.Gli italiani che non faranno nemmeno un giorno di vacanza a Pasqua sono circa 52 milioni (rispetto ai 51 milioni del 2012). Di questi, il 45,2%, pari a oltre 23 milioni ha dichiarato di non potersi permettere una vacanza per "mancanza di soldi". "La perdita di oltre il 14% di italiani che partiranno per Pasqua (rispetto a Pasqua del 2012) - fa notare Bocca- e il parallelo decremento del 17% del giro d'affari, costituiscono due percentuali senza precedenti per una ricorrenza tanto importante per un Paese cattolico. "E non puo' essere una scusante credere che la Pasqua celebrata a fine marzo possa influire sui consumi turistici -aggiunge il presidente degli albergatori italiani- in quanto dalla nostra indagine risulta come addirittura il 45,2% di chi dichiara che non fara' vacanze indichi nei motivi economici tale scelta. A questo punto e' indispensabile che Governo, Parlamento e sindacati provino a ragionare con le imprese a un piano di emergenza per salvaguardare i lavoratori e le aziende del settore se non vogliamo che nel giro di pochi mesi alcune migliaia di alberghi e centomila dipendenti cessino la propria attivita', privando l'economia nazionale di una delle poche attivita' in grado da sola di condizionare lo sviluppo del Paese".

Tags:
pasquapasquettapioggia
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021

Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.