A- A+
Cronache
Pietro Maso

Pietro Maso, quarantunenne, dopo aver scontato 22 anni di carcere, oggi e' un uomo libero. Poco dopo le 10 di questa mattina ha lasciato il carcere di Opera dove era rinchiuso ed e' riuscito a deviare giornalisti e fotografi che l'attendevo all'uscita. Maso si e' infilato in un suv con cui sono venute a prenderlo le sorelle Laura e Nadia. Il 17 aprile del 1991, con la complicita' di due amici, massacro' i genitori Rosa e Antonio nella loro villetta di Montecchia di Crosara, in provincia di Verona.

Maso era stato condannato a 30 anni di reclusione, ma grazie a tre anni di indulto e 1800 giorni di liberazione anticipata e' uscito dal carcere oggi. Nel 2008 ha ottenuto la semiliberta' e si e' sposato con Stefania. Domani uscira' il libro "Il male ero io", in cui lo stesso Maso racconta la sua vicenda.

Tags:
pietro masocarcere
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.