A- A+
Cronache
Procuratore di Roma, sgarbo a Mattarella. Chiedeva più indagini, no di Davigo
(fonte Lapresse)

Procuratore di Roma, sgarbo a Mattarella. Chiedeva più indagini, no di Davigo

Il caso Palamara che ha scosso tutto il mondo della magistratura, non smette di regalare colpi di scena. Come se non bastasse l'inchiesta che ha messo in ginocchio il Csm, adesso si aggiungono nuovi particolari, che rendono la questione sempre più intricata. Uno scontro al massimo livello istituzionale, - si legge sulla Stampa - con il Csm che respinge, fino a metterne in dubbio la legittimità, una formale richiesta del suo presidente, che è anche capo dello Stato, Sergio Mattarella. È lo spaccato che emerge dai verbali, finora inediti, del Csm tra il 13 e il 23 maggio 2019. I giorni (e le notti, racconta il trojan nel cellulare di Palamara) dei lunghi coltelli per conquistare la Procura di Roma. Il 23 maggio, c’è un colpo di scena. Si presenta Davide Ermini, il vicepresidente «al solo scopo di illustrare di persona» la richiesta delle audizioni, giocando l’ultima, e più pesante, carta: Mattarella, «che non ha mai avuto e non ha intenzione di interferire con la commissione», ma solo «invitarla a tenere conto di tutti gli elementi», come «le audizioni dei concorrenti disposte in casi analoghi in passato, che possano rafforzare le decisioni, incrementando la possibilità che reggano all’impatto con gli eventuali contenziosi».

Ma il fronte pro Viola - prosegue la Stampa - non arretra. Vuole chiudere la partita. L’avvocato Basile contesta la richiesta proveniente «dall’esterno della commissione», ovvero dal Quirinale. Morlini, Suriano e Gigliotti difendono la legittimità dell’intervento di Mattarella, ma Davigo mette la pietra tombale: «Contrario. A mio giudizio la pratica è istruita a fondo e pronta per la decisione». E Lepre aggiunge che «l’audizione è un atto sostanzialmente inutile», lamentando «indicazioni contraddittorie» dall’alto. Aprendo il voto, Morlini mette a verbale che il no a Mattarella sarebbe «uno sgarbo istituzionale». Inutile. Tre a tre. Il pareggio equivale, per regolamento, a no. Viola ottiene 4 voti su 6. Il resto è storia. Anzi cronaca. Giudiziaria.

Commenti
    Tags:
    procuratore romadavigosergio mattarellacsmluca palamarapresidente della repubblica
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Claudio Baglioni compie 70 anni I fan gli dedicano un murales

    Roma

    Claudio Baglioni compie 70 anni
    I fan gli dedicano un murales

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    L 'Abarth 1000 SP degli anni sessanta rinasce sotto forma di una one-off

    L 'Abarth 1000 SP degli anni sessanta rinasce sotto forma di una one-off


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.