A- A+
Cronache
Prof fannulloni e ripetizioni salate in vista degli esami

Come ci si sente a una settimana dagli esami di Stato? È questa la domanda che ScuolaZoo ha rivolto alla sua fedelissima community studentesca in vista del momento più importante della loro vista scolastica. Oltre 500 mila i giovani che il 18 giugno saranno seduti tra i banchi ma, stando alle informazioni svelate, la paura di non superare l’esame c’è e non dipende solo da loro…

Il sondaggio, condotto con il coinvolgimento degli oltre 100 mila fan della pagina Facebook Maturità 2014: tocca a me”, ha cercato di capire come mai, ogni anno, i ragazzi non si sentono preparati per affrontare la temuta prova. Le risposte, raccolte e analizzate dal 6 al 9 giugno, sono state supportate da una video-inchiesta condotta da un inviato di ScuolaZoo per le scuole dello stivale: https://www.youtube.com/watch?v=S-_1ppHKyAA

Di solito i ragazzi tendono a “giustificare” le loro mancanze scaricando la colpa su qualcuno, ma non in questo caso: il 30% dei rispondenti fa “mea culpa” e conferma di non aver dato la giusta importanza allo studio sprecando ore preziose con videogames, amici e sport.

Risultato? Ci si arrende all’evidenza e si cerca di studiare a più non posso, in questi ultimi giorni, organizzando sessioni di studio di gruppo. Il 40% degli studenti, dichiara all’unanimità, di non aver ricevuto spiegazioni sufficienti durante le lezioni. E ancora, un 15% denuncia professori troppo assenti (che hanno svolto meno del 50% delle ore di lezione) e, un altro 15% afferma di non aver ricevuto spiegazioni approfondite su tematiche specifiche in vista degli esami. Risultato? Si ricorre alle care, vecchie ripetizioni e le famiglie italiane si trovano costrette a spendere cifre importanti affinché i propri figli possano recuperare.

Tra le materie più gettonate matematica, fisica e informatica ma non stupisce sapere che in molti casi sono anche italiano e storia nella lista della spesa. Lasciano di stucco alcune dichiarazioni dei ragazzi intervistati da ScuolaZoo: “Ho visto il prof di matematica non far nulla tutto l’anno, si siede e legge il giornale”.

La prof di fisica è venuta un quarto delle volte che avrebbe dovuto. Ha spiegato sempre lo stesso argomento sul quale ha interrogato ad aprile tutta la classe, in gruppo, a maggio ha fatto il compito scritto sempre sullo stesso argomento, perché aveva bisogno di scrivere un voto sul registro” “Vari professori la mattina al posto di entrare in classe restano in cortile a fumare sigarette” Insomma, un quadro abbastante preoccupante del sistema scolastico che, per fortuna parla anche di professori preparatissimi e disponibilissimi nei confronti dei ragazzi che, nel frattempo, seguono il blog di ScuolaZoo dedicato alla maturità e l’account su WeChat per trovare le informazioni che hanno perso durante l’anno.

Tags:
proffannulloniscuola
in evidenza
Pellegrini, balletto irresitibile La Divina è da... medaglia d'oro

Fede come non si era mai vista

Pellegrini, balletto irresitibile
La Divina è da... medaglia d'oro

i più visti
in vetrina
Britney Spears doppietta senza reggiseno Ilary Blasi, lady Totti in bianconero

Britney Spears doppietta senza reggiseno Ilary Blasi, lady Totti in bianconero





casa, immobiliare
motori
A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km

A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.