A- A+
Cronache
Ragazze morte, si indaga per omicidio stradale: ipotesi di una gara tra auto

Incidente a Treviso, l'ipotesi della gara d'auto finita male dietro la morte di due ragazze

Potrebbe esserci una gara tra due automobili ad altissima velocità dietro la morte di Eralda Spahillari e Barbara Brotto, le due ragazze di 17 e 19 anni che nella notte tra sabato 4 e domenica 5 marzo si sono schiantate contro un albero a Motta di Livenza (Treviso).

L’auto su cui si trovavano con altri due giovani, feriti gravemente, infatti viaggiava a circa 140km/h. Gli investigatori stanno vagliando due ipotesi, concomitanti, per spiegare la dinamica dello schianto: la prima è appunto l’alta velocità della Bmw, la seconda un sorpasso azzardato.

È comunque quella di omicidio stradale l’ipotesi di reato della Procura di Treviso nei confronti del conducente, ipotesi di reato che riguarda anche il coetaneo che guidava la Volkswagen Polo, urtata in un tentativo di sorpasso prima della fatale perdita di controllo e che potrebbe però essere accusato anche di omissione di soccorso in quanto, all’arrivo dei soccorritori, non era presente sul posto.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
autogaraincidentemorteragazzetreviso
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

La coppia più famosa del giornalismo

Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce


in vetrina
Testamento, Raffaella Carrà senza figli: ecco a chi va la ricca eredità

Testamento, Raffaella Carrà senza figli: ecco a chi va la ricca eredità





motori
Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.