A- A+
Cronache
Rapina in una gioielleria di Cuneo: il titolare uccide 2 ladri, preso il terzo

Sono due le vittime a seguito di una tentata rapina alla gioielleria Mario Roggero di Grinzane Cavour, nel Cuneese. Da quanto si apprende dai carabinieri, sono stati esplosi dei colpi di arma da fuoco che hanno raggiunto i due rapinatori, poi deceduti. Un terzo rapinatore sarebbe riuscito a fuggire. I carabinieri hanno raggiunto il luogo della sparatoria per sentire i gioiellieri ed eventuali testimoni che hanno assistito alla scena. Saranno quindi visionati i filmati delle videocamere di sorveglianza. I corpi delle due vittime si trovano ancora al centro della strada, coperte da un telo, in attesa di essere identificati.

Nel 2015 la gioielleria era stata presa di mira dai ladri, che in quell'occasione erano riusciti a portare a termine il colpo, picchiando con violenza il titolare, legando e chiudendo in bagno le due figlie. Le donne erano poi riuscite a liberarsi e a dare l'allarme.

Rapina Cuneese: fermato il complice in fuga

I carabinieri di Cuneo hanno bloccato nei pressi dell'ospedale "Santissima Annunziata" di Savigliano (Cuneo) un uomo con una ferita di arma da fuoco alla gamba. Si tratterebbe del complice dei due rapinatori uccisi ieri, in una frazione di Grinzane Cavour, dal titolare della gioielleria Roggero, che ha esploso dei colpi di pistola verso i tre malviventi, tutti italiani.

"Solidarietà a Mario Roggero e alla sua famiglia. Senza se e senza ma #iostoconroggero". É il messaggio pubblicato su Facebook dall'assessore alla Sicurezza e al Commercio del Comune di Alba, Marco Marcarino, solidale con il gioielliere. In pochi minuti il post é stato condiviso da numerosi residenti e commercianti del posto. "Mario ha solo difeso la sua famiglia e il suo lavoro - scrive Donatella - si è fatto da sé con tanta fatica è non è la prima volta che subisce una rapina con violenza personale, quindi piena solidarietà. Forza Mario, la gente è dalla tua parte". Un'altra utente, Marinella, scrive: "Deve finire sta storia che i delinquenti sono sempre protetti! Se non fossero andati a rubare sarebbero ancora vivi. Se fai il delinquente devi mettere in conto anche il rischio".

Rapina Cuneese, la figlia gioielliere: "Prego per le persone uccise"

"Il gioielliere di Gallo Grinzane che ha ucciso due rapinatori su tre per legittima difesa è mio padre. Nella difficoltà voglio rimanere aperta e fiduciosa, lucida e forte. Prego per le due anime dei rapinatori che hanno lasciato il corpo. Luce a loro". Così in un post su Facebook, Silvia Roggero, una delle figlie di Mario, il gioielliere del Cuneese che ieri pomeriggio ha ucciso a colpi di arma da fuoco due rapinatori. In pochi minuti il post é stato condiviso e commentato da molti utenti.

Commenti
    Tags:
    cuneorapinatori uccisigioielliere
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Il WWF lancia l'allarme leoni Popolazione crollata del 90%

    Green

    Il WWF lancia l'allarme leoni
    Popolazione crollata del 90%

    i più visti
    in vetrina
    Meteo choc, in arrivo fortti piogge con rischio nubifragi. Niente caldo

    Meteo choc, in arrivo fortti piogge con rischio nubifragi. Niente caldo





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Skoda Kodiaq, ordinabile in Italia

    Nuovo Skoda Kodiaq, ordinabile in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.