A- A+
Cronache
disoccupazione

In una lettera al Ministero della giustizia, Alcide Santos, un disoccupato portoghese, ha dichiarato di non riuscire a pagare le tasse e allo stesso tempo dare da mangiare ai suoi bambini e che per questo ha deciso di dare la priorità ai figli. "Sono stato costretto a farlo" scrive. "Con questa lettera spero di rendere pubblica la mia situazione.

Non mi aspetto però che lo stato mi autorizzi a non pagare più le imposte". Per il momento nessuno gli ha risposto. Il disoccupato nel prendere la sua decisione ha fatto riferimento a un articolo della Costituzione. Nella lettera Alcide accusa il governo di condurre una politica di "promozione della disoccupazioe" e di non rispettare il diritto al lavoro. Da qualche mese l'uomo ha trovato un lavoretto, pagato 750 euro. L'uomo vive con sua moglio e i suoi due figli a Moita, a una trentina di chilometri da Lisbona.

Tutta la sua famiglia vive con lo stipendio della moglie, centralinista. Il governo portoghese ha decretato un aumento generalizzato delle tasse per il 2013. La disoccupazione ha toccato il 17% della popolazione attiva.

Tags:
tasseportogallorifiuto
in evidenza
Condizionatori, scegliere i migliori Tutti i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari

Condizionatori, scegliere i migliori
Tutti i consigli per risparmiare

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Baulificio Italiano: aperto primo monomarca a Milano

Scatti d'Affari
Baulificio Italiano: aperto primo monomarca a Milano





casa, immobiliare
motori
I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022

I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.