A- A+
Cronache
Scandalo Asl: 33 indagati. Shopping e piscina invece che al lavoro
 

Si assentavano dal posto di lavoro per andare a fare shopping, al bar o attività sportiva. L'operazione "Doctor House" della Guardia di Finanza di Siracusa ha smascherato 33 dipendenti dell'Azienda sanitaria provinciale di Siracusa, tra loro anche 17 dirigenti: l'accusa è di truffa ai danni dello Stato, per essersi assentati in totale 870 ore dal posto di lavoro.

Le indagini delle Fiamme Gialle, grazie a 1.500 scatti fotografici e 600 ore di videoriprese in 44 giorni, hanno attestato che i dipendenti, a piccoli gruppi, si mettevano d'accordo tra loro affinchè uno solo timbrasse il badge magnetico degli altri, consentendo a quest'ultimi di arrivare in ritardo o andare via in anticipo, o anche uscire durante la giornata per faccende personali.

Richiesta, per 19 indagati la misura dell'interdizione dai pubblici uffici e addebitati i reati di falso, truffa aggravata ai danni dell'Ente pubblico, false attestazioni o certificazioni.

Tags:
aslshopping
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
CUPRA e De Antonio Yachts svelano il nuovo D28 Formentor e-HYBRID

CUPRA e De Antonio Yachts svelano il nuovo D28 Formentor e-HYBRID


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.