A- A+
Cronache
Schumacher a casa a settembre. Comunica muovendo gli occhi
 


Michael Schumacher, alla fine del mese prossimo, potrebbe essere dimesso dalla clinica svizzera dove è ricoverato. E' quanto riferiscono fonti elvetiche, riprese dal 'Messaggero', secondo cui l'ex pilota della Ferrari in coma dallo scorso 29 dicembre dopo una caduta sugli sci in Francia, riesce a comunicare con la famiglia muovendo gli occhi ma necessita comunque di assistenza 24 ore su 24. Si starebbe pensando anche all'utilizzo di un rivoluzionario microchip studiato da medici croati che potrebbe aiutare lo sportivo gravemente ferito a camminare e parlare nuovamente. Schumacher è in grado di rispondere alle domande di sua moglie e dei figli Gina-Maria e Mick. I medici della clinica svizzera sperano di vedere entro poche settimane il tedesco seduto su una sedia a rotelle elettronica che possa controllare tramite la bocca.

Tags:
schumacher
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.