A- A+
Cronache
Scuolabus: stretta del Viminale su sicurezza e licenze autisti

Una stretta sulla sicurezza, maggiori controlli e raccordo operativo con le motorizzazioni civili. Una circolare in tal senso e' stata inviata questa mattina a tutti i prefetti dal capo di gabinetto del ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi.   Nella circolare - che prende spunto dalla drammatica vicenda di due giorni fa nel Milanese, con uno scuolabus con a bordo 51 ragazzi ed anche insegnanti dirottato dall'autista e poi dato alle fiamme - viene richiamata l'esigenza di una "puntuale applicazione della normativa vigente per il rilascio e il rinnovo delle licenze a coloro che guidano veicoli per il trasporto di persone". Inoltre e' richiesta l'intensificazione dei controlli da parte delle forze di polizia.

Oltre ai prefetti, destinatari della lettera sono i commissari di governo per le Province autonome di Trento e Bolzano, il presidente della giunta regionale della Valle d'Aosta, e per conoscenza il capo della Polizia, il comandante generale dell'Arma dei carabinieri, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Nella lettera viene appunto richiamato l'episodio nel Milanese e sottolineato che "si impone che siano adottate tutte le dovute cautele e, in particolare, che sia sempre verificato, con il massimo rigore, il possesso e la permanente validita' di tutti i documenti abilitativi necessari per lo svolgimento della suddetta attivita'". In questo senso i destinatari della circolare, "nelle more degli approfondimenti in corso finalizzati alla possibile revisione delle disposizioni legislative vigenti in materia", sono sollecitati a "richiamare l'attenzione dei sindaci, dei dirigenti scolastici e di ogni altra amministrazione pubblica affinche', ogni qualvolta vengano affidati all'esterno i servizi in questione, siano espletati puntuali accertamenti sui requisiti del personale preposto alla guida, e assunte le iniziative piu' idonee per scongiurare il verificarsi di possibili azioni criminose o, comunque, illecite". E in proposito si segnala, innanzitutto, "la necessita' di attivare le opportune interlocuzioni con gli Uffici provinciali della Motorizzazione Civile, in ragione delle specifiche competenze svolte con riferimento ai conducenti di veicoli stradali".

Le dure frasi pronunciate ieri da Macron sull'Italia riguardo la Tav? "Macron - risponde ai cronisti il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte al termine dell'incontro avuto con il presidente francese - mi ha spiegato che siccome ha visto che in Italia le forze politiche sono molto coinvolte e hanno preso posizioni diametralmente opposte voleva evitare di lasciarsi coinvolgere in un dibattito politico interno, per evitare la pressione che gli stavate trasmettendo voi giornalisti".

Commenti
    Tags:
    scuolabusviminalesicurezzasicurezza legasan donato milaneseautobus incendio milanoautobus incendio
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    DS 7 Crossback E-Tense: omaggio al lusso (e all’arte)

    DS 7 Crossback E-Tense: omaggio al lusso (e all’arte)


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.