A- A+
Cronache
Semaforo, il giallo dura appena 3 secondi? La multa è legittima

Tre secondi potrebbero costarvi da 150 euro a 216 euro e 6 punti della patente. Si tratta della durata della luce gialla del semaforo, o meglio, del limite minimo di tempo oltre il quale scatta la multa. Lo ha deciso la Cassazione che in una sentenza ha ribadito che in quei tre secondi "l’automobilista il tempo sufficiente per decidere se fermarsi o no".

Va detto che il Codice della Strada non prevede in maniera esplicita una durata minima del giallo, ma dice che con quella luce le auto non possono oltrepassare i punti stabiliti per l’arresto, a meno che vi si trovino così vicini da non poter più frenare in sicurezza.

C'è da aggiungere però che una Circolare del Ministero dei Trasporti stabilisce che il tempo minimo di durata del giallo non può mai essere inferiore a tre secondi, che è esattamente il tempo di arresto di un’auto che viaggia a 50 chilometri orari.

Tags:
semaforomultagialloautomobilisti
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

il "sorpasso" sul compagno neymar

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi





casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.