A- A+
Cronache
Sgarbi, "Esperta d'arte della Procura? Non ha riconosciuto un vero Modigliani"

Sgarbi, "Esperta d'arte della Procura? Non riconosce i Modigliani"

Vittorio Sgarbi rischia il processo per una vicenda di autenticazione di opere d'arte false. L’accusa nei suoi confronti è di associazione a delinquere e di false certificazioni. I fatti risalgono al 2012 e sono andati avanti fino al 2015. Il prossimo 30 giugno si deciderà sul rinvio a giudizio. L'artista in questione è Gino De Dominicis, il pittore anconetano vissuto fra il 1947 e il 1998. "Discutiamo di un autore - spiega Sgarbi al Corriere della Sera - morto da meno di cinquant’anni. Non possiamo ancora parlare legittimamente di capolavori universalmente riconosciuti. Siamo ancora in una sorta di limbo per così dire".

"Dietro tutta questa storia - prosegue Sgarbi al Corriere - c’è Tomassoni (il critico e collezionista Italo Tomassoni), che possiede un’ottantina di sue opere. Le cose stanno in modo diverso: io dico che sono falsi quelli posseduti da Tomassoni e non quelli sequestrati dalla polizia giudiziaria. L'esperta della Procura titolare dell'inchiesta è quella che ha dato per falsi degli autentici Modigliani. Un’esperta che va in giro col pendolino e attrezzi da mago Otelma. Rifarei quello che ho fatto. Le telefonate ai ministri? Mai pensato che i magistrati si facessero intimidire. Volevo solo che sapessero di avere a che fare con una polizia giudiziaria analfabeta d’arte".

Commenti
    Tags:
    sgarbivittorio sgarbisgarbi quadri falsisgarbi de dominicissgarbi processo quadri falsi autenticatiinchiesta quadri falsi sgarbi
    in evidenza
    Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

    Costume

    Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





    casa, immobiliare
    motori
    Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

    Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.