A- A+
Cronache

Lui le paga il cinema, il ristorante e il drink, il tutto per duecento euro, ma lei non se la sente di andare a letto con lui. La dichiarazione: "E’ uno schifo, se Dio ti ha fatto la ... è perchè la devi dare, sennò ti faceva un altro braccio!". Udine sconvolta per le scene da film che si sono consumate davanti agli occhi delle forze dell’ordine friulane quando Mario M., 27 anni, descritto da tutti come ragazzo modello, ha chiamato in caserma per denunciare Graziella G. di 24 anni. Il motivo? 200 euro di spesa al primo appuntamento, che però non sono serviti per concludere incontro come lui aveva preventivato.

All’uscita dalla caserma ha dichiarato: "Ho speso 200 euro per lei e sta scema nemmeno un ... mi fa! Ragazze cosi andrebbero denunciate per falsità d’intenti, prima si fanno offrire le cose e poi nemmeno in camporella vogliono andare! Noi ragazzi dobbiamo unirci, anzi, creerò una fondazione in nostra tutela…".

cocktail1
Tags:
primo appuntamentodenuncianon ci sta
in evidenza
"Speriamo che sia femmina": la politica può essere sexy? Scoprilo alla Piazza, crocevia delle elezioni!

La kermesse di Affari dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina": la politica può essere sexy? Scoprilo alla Piazza, crocevia delle elezioni!


in vetrina
Scatti d'Affari ATIU, protagonista del più importante round di equity crowdfunding 2022

Scatti d'Affari
ATIU, protagonista del più importante round di equity crowdfunding 2022





casa, immobiliare
motori
Dacia Spring: l’elettrica oltre gli incentivi

Dacia Spring: l’elettrica oltre gli incentivi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.