A- A+
Cronache
Toti arrestato, i tempi dell’interrogatorio: "Decisione del pm"
Giovanni Toti

Inchiesta ligure, Spinelli rincara la dose contro Toti: "Mi diceva: ci sono le elezioni, ricordati le elezioni..."

L'inchiesta che ha portato all'arresto del presidente della Liguria Giovanni Toti rischia di allargarsi, oltre ai presunti aiuti elettorali, spuntano anche altri soldi pagati dall'imprenditore del porto Aldo Spinelli al governatore. Ma a complicare le cose per Toti arriva anche la strategia difensiva degli Spinelli, il figlio Roberto sta tentando con le sue dichiarazioni ai pm di trasformare il grande burattinaio in un burattino: "Papà non ci sta più con la testa..." . Intanto l'ex presidente del Livorno ai pm della procura di Genova svela nuovi dettagli. "Le cose elettorali le ho sempre date. Abbiamo fatto il Festival della Scienza, il Festival dei Fiori, abbiamo dato i contributi alle chiese, ho fatto il Palazzo di San Lorenzo... la chiesa di San Lorenzo". Nelle dichiarazioni a verbale degli Spinelli, padre e figlio, Toti - riporta La Repubblica - viene descritto come un uomo che "faceva la sceneggiata di cose impossibili" e che diceva sempre a scio’ Aldo "ci sono le elezioni, ricordati le elezioni" (copyright stavolta del figlio Roberto). Ecco, riuscire a dimostrare che il grande corruttore in realtà è un uomo anziano, vessato da chi gli chiedeva continuamente denaro promettendo e sapendo di non poter mantenere, pare proprio essere la strada intrapresa dai difensori degli Spinelli.

Leggi anche: Liguria, Toti: "Non ho commesso reati". Il governatore dai pm tra 2 settimane

Il rapporto fra Paolo Signorini, ex presidente del porto arrestato e Aldo Spinelli ha sorpreso anche il figlio Roberto: "Lui ha trovato in questo Signorini - racconta Spinelli junior e lo riporta Repubblica - un supporto. Non c’era più mia madre, mio padre ha la quinta elementare ed è un uomo di 84 anni, ma Signorini è una persona laureata, scolarizzata, nella sua vita penso volesse fare il funzionario pubblico e poi è andato in Iren, uno di questo livello può fare queste cose?". E poi "per me era impossibile non farlo andare a Monte Carlo". Per quanto riguarda i bonifici ai partiti "io ho intimato a mio padre di non far più finanziamenti a soci da anni. Io non ho mai dato finanziamenti illeciti in cambio di favori. Più volte abbiamo pensato di mettere l’amministratore di sostegno a mio padre", dice alla giudice per le indagini preliminari l’imprenditore Roberto Spinelli.

L’arresto di Toti e i tempi dell’interrogatorio, la Procura di Genova: “La decisione sul ‘se’ e sul ‘quando’ è del pm”

Il presidente della Regione Giovanni Toti, se desidera parlare subito, «così come qualsiasi indagato può presentare una memoria» o fare «spontanee dichiarazioni al tribunale del Riesame». A precisarlo, dopo giorni di polemiche in cui di fatto dal alcune forze politiche si invoca al più presto l’interrogatorio del governatore sempre agli arresti domiciliari, è il procuratore capo di Genova Nicola Piacente. Ancora in queste ore, il ministro e leader della Lega Matteo Salvini ha dichiarato di sperare "che i magistrati ascoltino Toti il prima possibile, perché a quanto leggevo gli atti dell'indagine sono di novemila pagine e mi spiace che i magistrati se la prendano comoda".

Ma, ricorda il procuratore capo, quello davanti al pubblico ministero «non è un interrogatorio di garanzia», nel quale il presidente della Regione Liguria venerdì scorso ha deciso di rimanere in silenzio, e dunque lo stesso pm "non è obbligato a farlo". Il procuratore capo ribadisce di parlare per qualunque persona sottoposta a indagini, e dunque in via generica, ma ovviamente il tema è la Tangentopoli ligure. L'unico momento in cui la Procura è obbligata a interrogare l'indagato "è nella fase della chiusura indagini". Un appuntamento certamente molto lontano. In tutte le altre fasi investigative, «il se e il quando interrogare un indagato è una decisione che spetta al pm".

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto

Lady Kanye West sfila a Parigi

Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto


in vetrina
Affari in rete... a Euro 2024 (e non solo)

Affari in rete... a Euro 2024 (e non solo)





motori
24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.