A- A+
Cronache

Ammontano a quasi otto milioni di valore i beni che i nuclei di Polizia Tributaria della Gdf di Venezia e di Padova hanno messo sotto sequestro su disposizione della procura di Venezia nell'ambito dell'operazione Chalet, che ha portato all'arresto, fra gli altri, di Piergiorgio Baita, presidente della Mantovani. Le indagini, partite da un'altra operazione, si sono concentrate sui lavori relativi al Mose, il sistema di paratie mobili che dovrebbe proteggere Venezia dal fenomeno dell''acqua alta' e che rappresenta una delle piu' importanti opere edili in realizzazione in Italia; oltre a questo, l'attenzione degli inquirenti si e' soffermata anche su altre opere pubbliche realizzate in Veneto con il sistema del project financing.

Diversi, e molto noti, gli arrestati nell'operazione, con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata all'evasione delle imposte mediante emissione e utilizzo di fatture false: oltre a Baita, Claudia Minutillo, amministratore delegato di Adria Infrastrutture, Nicolo' Buson, responsabile amministrativo della Mantovani, e William Colombelli Presidente della sammarinese Bmc Broker, che si e' accertato essere una societa' 'cartiera'. Sono in corso decine di perquisizioni.

Tags:
tangentimantovanipiergiorgio baita
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.