A- A+
Cronache
Taxi in rivolta bloccano Parigi. La protesta arriva anche a Milano

Rivolta nella ville Lumière. I tassisti vogliono bloccare le strade. Il motivo della discordia sono i nuovi servizi di trasporto passeggeri lanciati sul web e attivi a Parigi. Ma la protesta si estende e arriva anche a Milano: "Quella delle berline finanziate da Google è una concorrenza sleale". Per protestare contro questa presunta "concorrenza sleale" i tassisti scioperano di nuovo.

I tassisti parigini convergono tutti insieme di fronte ai Champs de Mars. La circolazione è già in tilt anche se non si segnalano incidenti. La protesta è arrivata anche a Milano, dove i tassisti annunciano a loro volta azioni clamorose, a partire da uno sciopero.

La rivolta nasce da un'applicazione scaricabile su dispositivi mobili lanciata dalla multinazionale Uber. Gli autisti associati a Uber (qualche decina) circolano spesso in città, vengono contattati direttamente sullo smartphone e applicano al prezzo una sorta di tassametro virtuale (con coefficienti moltiplicativi).  

Tags:
taxiparigimilano
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.