A- A+
Cronache
Forte terremoto tra Campania e Molise. Tanta paura a Napoli

Notte in strada, dormendo in auto, per molte persone nel Casertano, nei paesi vicini all'epicentro del sisma di ieri pomeriggio con magnitudo 4.9, ma anche a Napoli. E molti nuclei familiari hanno scelto di andare da parenti e amici. Notte pero' tranquilla, seppute con altre scosse di entita' piu' lieve, l'ultima intorno alle 5 sempre con l'area del Matese come epicentro e di magnitudo 3. Sono andate avanti le prime verifiche su edifici, effettuate dai vigili del fuoco, con la collaborazione delle forze dell'ordine, ma al momento non si segnalano criticita' paticolari.

Dopo una lunga riunione operativa per le prime valutazioni sulla scossa sismica del pomeriggio con epicentro nel Matese, ieri poco prima della mezzanotte attivata l'Unita' di crisi in prefettura a Caserta. A coordinarla il prefetto Carmela Pagano coadiuvata da funzionari. Dalla prefettura e' stata garantita assistenza immediata soprattutto a Piedimonte Matese dove Protezione civile regionale e locale, nonche' la Forestale, per tutta la notte hanno dato assistenza a quanti hanno trascorso la notte all'aperto, portando coperte e medicinali. Sono stati 35 gli interventi effettuati dei vigili del fuoco impegnati per una ricognizione degli edifici e delle case in tutto il Casertano; 4 squadre si trovano sul solo territorio di Piedimonte dove e' stata transennata una parte della piazza per il crollo di calcinacci e una parte dell'edificio che ospita il Comune. Da poco iniziata a Caserta una riunione operativa al comando dei vigili urbani per fare il punto della situazione e predisporre ulteriori controlli negli edifici scolastici.

"Colpa degli Appennini che si allargano" - Il terremoto di magnitudo 4.9 avvenuto nell'area del Matese, fra le province di Caserta e Benevento, è stato causato dall'estensione dell'Appennino: come se il Tirreno si stesse allontanando dall'Adriatico, un fenomeno che fa parte della geodinamica dell'Appennino. Lo stesso meccanismo è stato alla base del recente sisma avvenuto a Gubbio e del terremoto dell'Aquila nel 2009, anche se le faglie coinvolte sono diverse, ha spiegato il direttore del Centro Nazionale Terremoti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Alberto Michelini.

LA SCOSSA - Una scossa sismica con magnitudo locale di 5.0 è stata registrata pochi minuti dopo le 18 di domenica 29 dicembre nel Casertano, nell'area del Sannio, a ridosso dei Monti del Matese. Profondita' 10 km, riferisce la sala sismica dell'Istituto nazionale di geologia e vulcanologia, con area interessata in particolare Castello del Matese, San Potito Sannitico e Piedimonte Matese. La scossa e' stata avvertita anche a Napoli. Pochi minuti prima era stata registrata una scossa con magnitudo 2.7 nell'area del Matese.

Napoli, gente in strada - La scossa di terremoto del quinto grado della scala Richter avvertita in tutta la Campania ha destato paura e preoccupazione a Napoli. Per molti secondi, intorno alle 18.10, i vetri hanno tremato, lampadari e pensili oscillato e si sono avvertiti scricchiolii. Molte le persone che si sono riversate in strada. Secondo quanto si e' appreso, anche ad Altavilla Irpina e' stata sentita in maniera forte e la gente ha preferito lasciare le abitazioni. Subito dopo la scossa, i centralini dei vigili del fuoco hanno ricevuto decine di chiamate, sinora soprattutto per ricevere informazioni tranquillizzanti o per segnalare danni di poco conto come la caduta di calcinacci da cornicioni di edifici. Le chiamate sono arrivate numerose dal centro storico del capoluogo campano, dove ci sono edifici piu' vetusti.

Tags:
napoliterremotocampania
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia





casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.