A- A+
Cronache
Treviso, abusi sessuali in seminario. "Lo sai cosa succede se parli"

Treviso, abusi sessuali in seminario. "Lo sai cosa succede se parli"
 

Treviso, abusi sessuali in seminario. La denuncia di un docente di filosofia, relativa a fatti di trent'anni fa. Caso Cecchin, la diocesi di Treviso: «Nessuna prova e nessun esposto in procura». Il 48enne nei giorni scorsi ha pubblicamente denunciato di essere stato vittima di abusi sessuali tra il 1990 e il 1991 all'interno del seminario vescovile di Treviso da parte di due sacerdoti che tutt'oggi esercitano tra San Donà di Piave (Venezia) e San Martino di Lupari". "So che sono reati caduti in prescrizione - ha detto Cecchin - ma voglio che questa verità esca comunque fuori: la curia di Treviso deve sapere che nel suo presbiterio ci sono sacerdoti che si sono macchiati di queste colpe. E poi ci sono state le minacce successive". Sai cosa succe se parli, gli avrebbero detto... 

La diocesi trevigiana ha avviato un'indagine interna circa la condotta dei due sacerdoti che sono finiti, di punto in bianco, bersaglio di accuse infamanti lanciate da Cecchin. Il docente, trent'anni dopo i presunti abusi, aveva annunciato di voler consegnare lunedì scorso un esposto in procura per raccontare la sua verità. Attualmente però, fa sapere il vertice della Chiesa di Treviso, il diretto interessato non avrebbe formalizzato alcuna accusa.“

Il comunicato della diocesi «Trasparenza nelle procedure di indagine, vicinanza a tutti i soggetti accusati e fiducia nel lavoro degli organismi competenti - si legge in un comunicato emesso nel pomeriggio di martedì - E’ questa la linea che la diocesi di Treviso ribadisce di seguire in merito alla vicenda della segnalazione di presunti abusi che sarebbero avvenuti circa trent'anni fa nel seminario vescovile di Treviso, denunciati dal signor Gianbruno Cecchin, allora maggiorenne. La persona ha accusato negli ultimi giorni, attraverso i quotidiani e le reti locali, due sacerdoti della diocesi di averlo ripetutamente sottoposto a violenze. L’esposto in procura, che più volte il signor Cecchin ha dichiarato di voler presentare, ad oggi non risulta depositato. Questa persona, quindi, non ha fornito, né alla diocesi né ai mezzi di informazione sui quali ripetutamente ha diffuso le proprie accuse, la minima prova di quanto affermato. A seguito della segnalazione, comunque, pur manifestando totale fiducia nei sacerdoti accusati, il vescovo Michele Tomasi ha avviato da subito una indagine secondo quanto indicato dalla Chiesa, al fine di far luce sulle gravi accuse formulate a carico dei due sacerdoti, persone unanimemente stimate per il loro servizio di educatori svolto per anni in seminario senza che mai sia stato sollevato da chicchessia il benché minimo sospetto sulla loro correttezza. Contando anche sulla professionalità dei mezzi di informazione, che danno il loro contributo alla verità, la diocesi di Treviso continua a lavorare nelle sedi opportune per assicurare, nella doverosa tutela delle persone e delle Istituzioni coinvolte e in particolare del seminario vescovile, la massima trasparenza per arrivare nei tempi congrui alla verità dei fatti».

Loading...
Commenti
    Tags:
    trevisoabusi sessualiseminarioviolenza sessuale
    Loading...
    in evidenza
    Canalis, la lingerie è da infarto Eli sensualissima sul letto. Le foto

    Diletta, Belen e... Le foto delle vip

    Canalis, la lingerie è da infarto
    Eli sensualissima sul letto. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5: GREGORACI-PRETELLI, DIRTY DANCING. E GARKO...

    Grande Fratello Vip 5: GREGORACI-PRETELLI, DIRTY DANCING. E GARKO...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    BMW Group: verso un futuro elettrificato

    BMW Group: verso un futuro elettrificato


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.