A- A+
Cronache
Trieste, Lilly: "Non si è suicidata, con me era felice". Parla l'amico segreto

Lilly, il marito: "Presto tutti mi chiederanno scusa, ora mi evitano"

La morte di Liliana Resinovich a Trieste resta avvolta nel più profondo mistero. Gli inquirenti non riescono ad escludere nessuna pista, dall'omicidio al suicidio, si cerca di non trascurare nessun dettaglio ma il caso resta un enigma. La Procura ha deciso anche di vietare la cremazione della salma, nonostante l'autopsia, la Tac e l'esame tossicologico effettuati sul corpo di Lilly, ancora il quadro non è completo, ordinati ulteriori esami. Intanto - si legge sul Giornale - il marito e l'amico segreto escono allo scoperto e raccontano le loro verità. "Escludo assolutamente il suicidio. Quando era con me era felice". È convinto della sua tesi Claudio Sterpin, 82 anni, l'uomo che la 63enne frequentava di nascosto al marito.

 

Ma Visintin, il compagno della vittima, - prosegue il Giornale - continua a dichiararsi innocente. "Ci sono persone che pensavo amiche e non vogliono più stringermi la mano. Un domani mi chiederanno scusa. Anche il fratello di Lilly non mi parla più, - sostiene - sta tenendo un atteggiamento che non capisco, eppure pochi giorni dopo la scomparsa di mia moglie, gli avevo aperto le porte di casa facendogli vedere gli effetti personali della sorella, senza nascondere nulla". I funerali saranno celebrati in forma privata e saranno riservati a un gruppo ristretto di parenti e amici della donna.

LEGGI ANCHE

Morte Lilly, vietata la cremazione del corpo. L'autopsia non ha convinto

Direttori di giornali, la verità su La Verità

Aquila, mattina di sangue: bidello accoltellato da un alunno di prima media

Iscriviti alla newsletter
Tags:
amico segreto donna triesteinchiestalillymorte liliana resinovichtriestevisintin
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto

Lady Kayne West sfila a Parigi

Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto


in vetrina
Affari in rete... a Euro 2024 (e non solo)

Affari in rete... a Euro 2024 (e non solo)





motori
24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.