A- A+
Cronache

 

polizia7011111

E' ancora caccia all'uomo dopo il ritrovamento, giovedi' scorso, del cadavere di Silvia Caramazza, la 39enne uccisa e chiusa all'interno di un congelatore a pozzetto nella camera da letto del suo appartamento in viale Aldini a Bologna. Proseguono incessantemente le ricerche degli uomini della squadra mobile per rintracciare il compagno della donna, un artigiano edile sardo di 34 anni, sospettato per l'omicidio, per cui la Procura ha emesso un decreto di fermo. L'uomo si e' reso irreperibile. Intanto, sara' fondamentale l'autopsia per capire la data del decesso.

L'esame, ritardato per il congelamento del corpo, e' stato fissato per martedi' prossimo. La denuncia della scomparsa della donna fu presentata da alcune amiche lo scorso 19 giugno. L'irruzione nell'abitazione e' stata decisa giovedi' scorso dal pm, Maria Gabriella Tavano per le incongruenze emerse dal racconto del fidanzato della vittima. Sul posto sono intervenuti, insieme alla polizia, anche i vigili del fuoco che per accedere nell'appartamento hanno dovuto tagliare le inferriate di una finestra.

Tags:
uccisacongelatorefidanzato
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.