A- A+
Cronache
Uccisi dalla crisi: 4 aprile, la rivoluzione che gli italiani vogliono fare

di Giuseppe Iudici

Abbiamo ricevuto l'Oscar per "la grande bellezza' e pare che il comitato popolare 580 c.p. e' in nomination per un suo modesto traguardo, unire i cittadini portandoli a Milano il 4 aprile senza bandiere se non quella del tricolore. LA GRANDE UNIONE e' in atto, arrivata in maniera naturale dalla semplicita' dei fatti e delle parole, cittadini che si uniscono in face, e associazioni, piccoli movimenti, ex di quelli e quegli altri che cominciano a seguire il comitato.

Ecco la RIVOLUZIONE come si fa, civile e rispettosi della costituzione, il comitato querela il governo con 100.000 cittadini, poi tocca ad Equitalia, non mancheranno le banche nel mirino, e adesso incontra i suoi sostenitori a Milano, in piazza Duomo alle 20.00. I consensi superano ogni previsioni compreso quello dei ospiti del palco, tra cui voglio ricordare la rappresentanza dei familiari delle vittime, sindaci , un professore di economia, economisti anti euro, artigiani e commercianti, responsabili di gruppi, e con grande piacere partecipera' anche AFFARITALIANI.it nella persona del direttore Angelo Perrino, testimone di migliaia di lettere che arrivano al giornale e tenute in considerazione visto lo spazio dedicato ad argomento CRISI.

La serata interessa davvero tanti, compreso i media nazionali e carta stampata, 100 i giornalisti accreditati e in campo LA GABBIA di Paragone e in diretta su RAI 2 , VIRUS di Porro, rai e mediaset presenti con gli inviati del tg e tante televisioni , non da meno, locali e streamming, una VERA RIVOLUZIONE civile ricordando con 1000 candele le vittime della crisi e sul palco dirne due a chi poteva fare. Una nota , migliaia di italiani hanno aderito alla fiaccolata ma per motivi economici non possono venire e per questo accenderanno una candela sulla finestra in memoria e rispetto.

Beh che dire, ci voleva proprio questa GRANDE UNIONE e speriamo non cambi rimanendo cosi' come e': cittadini per bene e con i piedi per terra; si fa subito ad essere strumentalizzati e viaggiare nelle stanze del potere, ecco perche' servira' rimanere uniti, per ricordarci sempre chi siamo e cosa davvero vogliamo, e lo dico perche', oltre a scrivere questo articolo, da semplice blogger popolare, sono nel direttivo del comitato con Antonio Corcione, Alfonzo Riva, Antonio Grazia Romano e Aladino Lorin, persone che con le loro storie ed esperienze completano la class action contro una crisi pilotata e politici incapaci di proteggere il proprio popolo. Concludo con i commenti di molti, SIAMO PRONTI A SCENDERE IN CAMPO se la rivoluzione civile non ottera' risultati, questa e' la rabbia che e' dentro di tutti noi..... Giuseppe Iudici https://www.facebook.com/giuseppe.iudicipolitichesociali

Tags:
crisirivoluzione
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.