A- A+
Cronache
Un pentito accusa Genny 'a Carogna. "Così mi passava la droga"

"La droga i clan di Ponticelli la compravano da un tale Genny la carogna che dovrebbe essere di Forcella. Per la consegna era utilizzata una Renault Scenic modificata, che ci veniva lasciata parcheggiata con le chiavi presso il cimitero di Ponticelli. Noi mandavamo a ritirare la macchina che poi restituivamo".

Sono queste le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Domenico Esposito detto 'o cinese', ex fedelissimo della camorra e da alcuni mesi collaboratore di giustizia, allegate alla richiesta di misura cautelare che ha portato all'arresto di esponenti di spicco del clan De Micco.

Secondo la Procura, che sta conducendo approfondimenti, Genny la carogna potrebbe essere Gennaro De Tommaso, l'ultra' del Napoli al centro delle polemiche dopo gli scontri a Roma per la finale della Coppa Italia del 3 maggio tra Napoli e Fiorentina. L'uomo, che ha avuto 5 anni di Daspo, e' il figlio di uno dei boss della zona di Forcella a Napoli.

Tags:
genny a carognadroga
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Maserati svela la nuova GranTurismo

Maserati svela la nuova GranTurismo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.