A- A+
Culture
Firenze, ecco i bed talks: dibattiti a letto. L'idea da Yoko Ono e John Lennon

di Andrea Cianferoni

Ben 50 coppie si confronteranno per 45 minuti su temi di varia natura sui letti delle camere. Una innovativa formula (che si ispira ai 'bed-in'  di Yoko Ono e John Lennon per la pace in Vietnam fatto nella stanza 702 dell'Amsterdam Hilton Hotel) per inaugurare e far conoscere il “Palazzo del Sonno”, di fronte alla Fortezza da Basso, concept ideato e realizzato dal colosso olandese fondato da Charlie MacGregor, che apre al pubblico il 7 giugno 2018 con la formula innovativa dei BedTalks, concentrati su moda, arte, educazione, imprenditorialità, con relatori provenienti da tutto il mondo per condividere storie, esperienze e conoscenze. Con oltre 100 relatori già confermati che parleranno all’evento, i primi 20 ad essere annunciati contengono nomi appartenenti alla moda, alla musica, al design, alla medicina, agli affari e al settore umanitario tra cui il direttore moda Daniele Cavalli, il dj Marco Faraone, l'imprenditore culturale Paolo Petrocelli, l’assessora al Turismo del Comune di Firenze Anna Paola Concia, la giornalista Consuelo Blocker, il designer Martino di Napoli Rampolla. Durante i BedTalks, The Student Hotel cercherá di facilitare progetti pionieristici e stimolanti. La migliore idea sarà premiata con “Pacchetto 365”: 365 giorni di spazio ufficio gratuito, 365 ore di sale riunioni gratuite, 365 tazze di caffè, 365 graffette, 36,5% di sconto sulle camere d'albergo per realizzare la propria visione, realtà.

The Student Hotel è un modello ibrido di co-living e co-working che apre la strada all'ospitalità degli "spazi indistinti" e porta questo format per la prima volta in Italia. Firenze è una miscela di creatività storica e forte tradizione locale, fino ad ora priva di un moderno centro per agli abitanti che amano la cultura e che faccia sentire gli ospiti come a casa. Il fondatore e CEO, Charlie MacGregor afferma: "Con ogni Student Hotel creiamo il miglior spazio in modo che gli ospiti possano scoprire le loro aspirazioni e cambiare il mondo. Firenze Lavagnini ha superato ogni aspettativa. Questo è il miglior esempio della Completa Comunità Connessa di The Student Hotel, che offre servizi per tutti, con i più alti standard." Lo stabile sarà dotato di 390 camere, una residenza per studenti o uno spazio di co-working con piscina sul tetto e skybar, vista a 360 gradi sulla città, cortile centrale con la sua installazione di graffiti di super-dimensione.  In collaborazione con il ristorante La Ménagère, gli ospiti di Firenze Lavagnini potranno degustare cocktail sul tetto o nell'edificio principale. Gli spazi comuni saranno riempiti con negozi e servizi, tra cui un ristorante. Il progetto Student Hotel di Firenze è il primo di quattro hotel in Italia. Bologna aprirà nel 2019, Roma nel 2020. Il gruppo ha attualmente nove progetti nei Paesi Bassi, uno in Francia e due residenze studentesche sotto il marchio TSH Campus a Barcellona. Per il 'bed talks' della giornata inaugurale - dalle 15, l’ingresso sarà libero, previa registrazione online.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
firenze student hotelfirenze bed talksstudent hotel bed talks
in evidenza
Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

Le foto delle vip

Ferragni spettacolare a Parigi
Calze a rete e niente slip

i più visti
in vetrina
Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"

Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"


casa, immobiliare
motori
Renault svela gli interni della nuova Austral

Renault svela gli interni della nuova Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.