A- A+
Culture
A Parigi le nuove tendenze della casa e dell'arredamento

di Paola Serristori

 

Casa connessa sinonimo di benessere, estetica funzionale e preziosità democratica. Il savoir faire francese ha presentato le ultime novità dell’habitat intelligente, che rendono la vita facile e confortevole. Per una settimana alla Foire de Paris, il più grande ed importante salone fieristico di Parigi (Casa, Gastronomia, Tempo libero, Artigianato, Invenzioni), le tendenze della casa di domani. Nel padiglione dedicato al Concorso Lépine International Paris 2019, che da 118 anni sostiene inventori e creatori francesi, l’ingegno è applicato in tutti i campi. Tra i partecipanti, una selezione di 542 prodotti è stata esposta, con una varietà dai droni in agricoltura alle piantane da salotto alimentate con l’energia solare e che purificano l’ambiente. I primi premi di sezione sono andati al sistema che elimina ogni rischio di contatti elettrici, Électricité sans choc 3 in 1 di Tarek Shaaban, al drone che spegne gli incendi ideato da Jacques Pitoux, un sistema di illuminazione del veicolo, al sistema di informazioni personalizzate sulle allergie. Per gli anziani la poltrona elettrica da passeggio diventa un accessorio di comfort quotidiano, un piccolo cingolato. Da segnalare per le persone costrette a letto un pannolone con serbatoio, presentato da Daniel Riahi. Si colloca al centro del letto, il paziente evita di restare a contatto con le deiezioni ed il cambio sarà meno faticoso per chi lo assiste. Per il tempo libero, il monopattino elettrico ripiegabile.

La cucina occupa uno spazio sempre più centrale. Spesso diventa un vano unico col soggiorno. L’area di preparazione e cottura non si nasconde. Le soluzioni architettoniche le assegnano un’intera parete, o creano un’isola centrale, o una penisola. Il tavolo ritorna di grandi dimensioni, per condividere pasti e compiti. Gli stili mixano retro e modernità. Divertente la nuova soluzione di tavolo biliardo, ricoperto da un piano amovibile, si trasforma in un attimo per le partite tra amici.

Ispirazione Anni Settanta da Mojow, attualizzata in poltrone e divani gonfiabili su supporto di acciaio o legno. Stampa, a tutto colore, o nel classico nero, che reinterpreta l’effetto sofà di pelle.

Interno ed esterno non soltanto comunicano, ma si scambiano di ruolo.

Terra, ferro, ceramica. Elementi basici, design originale. Desjardins ha esposto tavoli da interni ed esterni in mosaico di ceramica, o di terracotta, e base in ferro trattato contro l’ossidazione. Palette di colori classici (bianco e rosso, bianco e verde, bianco e blu, bianco e grigio), forme armoniose. Garantiti cinque anni, cuscini compresi. Ludico il lettino-dondolo, ad una o due piazze, stilizzato con ombrello parasole.

Natura e charme nelle verande ottagonali Crown Pavilions del marchio Les Grès de Cologne. L’architettura in legno ricorda i bungalow dei resort nella foresta tropicale. Le finestre si impermeabilizzano per la sera con tende trasparenti avvolgibili. All’interno una vera sala da pranzo, arredata e con la tavola decorata per un servizio a cinque stelle. Da non dimenticare una maxi-lanterna da terra in acciaio all’esterno per accogliere gli ospiti in questo spazio incantato. I nomi dei diversi modelli rendono l’idea: Versailles, Hampton, Windsor, Ascot, Tudor… A partire da 17 mila euro, a seconda dei materiali scelti.

Quando il colpo di genio si unisce al savoir faire non serve altro che una radio d’epoca. Xavier Barthelemy, musicista, appassionato di bricolage, con studi di commercio, ha inventato un nuovo modo di creare un’atmosfera bluetooth 4.0. La tecnologia innovativa di un impianto stereo dentro la struttura di radio Anni Trenta-Quaranta, che s’illumina di nuova luce. Un’emozione a primo sguardo. “L’idea mi è venuta durante una serata cogli amici. Avevo un vecchio computer che diffondeva la musica, ma era brutto a vedersi. Lo nascosi dietro una radio d’epoca. I miei invitati trovarono originale la soluzione. Così è nato il mio marchio CHARLESTINE. Rifacciamo completamente l’acustica, restauriamo il legno, e la radio riacquista la sua funzione con la potenza del suono di oggi.” Shop online e consegne ovunque.

Nel settore vini, originali i vini biologici speziati e Chocolate in a battle, chardonnay con estratti naturali di cioccolato e nocciole vino da meditazione.

La moda selezionata per Foire de Paris riscopre il piacere del fatto a mano e su misura. Affollamento allo stand del marchio SINGER, numero uno indiscusso, con oltre 165 anni di storia del savoir faire. Philippe Leruth, presidente di SINGER France, conferma: “Le giovani donne hanno ripreso il piacere di cucire. Negli ultimi anni il trend è in costante aumento.” Il modello haute-couture è SINGER Stylist 4085 programmata in sei lingue, con 960 stili di cucito, 212 punti decorativi, 21 stretch, 10 cuciture basiche, combinazioni personalizzate premendo un bottone, 13 asole in contemporanea, guida con messaggi audio-visuali, 25 posizioni dell’ago, sistema automatico di infilatura filo-ago in 6 secondi.

Dunque pezzi unici, la cui lavorazione richiede anche mesi. Come borse e sciarpe di Fée M1, disegnati da una principessa malgascia e realizzati dalle donne del Madagascar. I prezzi non sono da tutti i giorni: sui 400-500 euro una sciarpa in cotone crochet. Però i modelli sono vero lusso. Filati sottili, multicolore, lavorazioni fantasia sovrapposte. Non a caso nel logo c’è una fatina alata.

Krama Heritage produce in loco ed importa le tradizionali sciarpe della Cambogia, per uomo e donna, in cotone superiore. A quadretti, per tutti i giorni, e con piccoli motivi jacquard a contrasto, per la collezione da cerimonia. L’imprenditore ha avuto l’idea di espandere il commercio di un accessorio tradizionale, aggiungendo la peculiarità delle tonalità colore, durante un viaggio vacanza nel Paese asiatico. Al progetto lavorano 122 tessitrici. Il cinque per cento di ogni vendita finanzia programmi di istruzione dell’infanzia.

Il tipico tessuto wax con le sue combinazioni ancestrali di colori sono al centro della moda francese 2019. Belotsi compie il percorso inverso, ricreando lo stile della moda africana contaminato dalla scelta di tessuti europei. Lino per l’estate, tinta unita, con dettagli couture.

 

Commenti
    Tags:
    foire de pariscasacasa futurocasa tendenze
    in evidenza
    Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

    Costume

    Gregoraci lascia la casa di Briatore
    Racconto in lacrime sui social

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

    Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.