A- A+
Culture
Giulio Giorello, un pensiero libero
Giulio Giorello (foto Lapresse)

Non è agevole parlare di Giulio, amico da un quarto di secolo, senza incorrere nel già detto e nella fredda retorica da necrologista che avvolge ogni illustre scomparsa.

Non lo ricorderemo come filosofo della scienza, epistemologo, matematico o scrittore, vogliamo ripercorrere l'uomo con il suo carattere, il suo entusiasmo, la sua ira e la sua dolcezza, spesso impastate di scetticismo. E sì, Giulio al di là dell'innata signorilità, della disponibilità verso l'altro non aveva un carattere facile, sarebbe piaciuto a Sandro Pertini sostenitore che un buon carattere non si coniuga con l'averlo un carattere.

Una mattina arrivò alla Triennale di Milano come relatore ad un convegno su Popper, ci salutammo nel tardo pomeriggio con l'impegno di ragionare sullo stato del liberalismo in occidente. E così fu, nel 1997 era tra i fondatori di Società Libera, componente del suo comitato scientifico e per me l'inizio di un'amicizia non comune. Incuriosito da un suo conciliabile dualismo, apprezzava filoni del liberalismo ma non amava i liberali di professione, uomo non violento ammirava la lotta del popolo basco e dei cattolici irlandesi dell'IRA, da non cristiano ha dialogato con rispetto e profonda intensità con il cardinale Martini, non amava i cattolici ma riusciva ad essere tollerante con il mio di cattolicesimo. Interessato al sud del mondo e alle sue culture era affascinato dall'Irlanda e dalla sua bevanda nazionale di cui era vero intenditore e a cui, da maestro, piaceva di iniziarmi, ma, per mia incapacità, con scarsi risultati.

Ecco anche questo è stato Giulio e il suo pensiero libero.

Società Libera gli deve l'aver conosciuto la sofferenza e la resistenza del popolo Uyghuro in Cina, me ne parlò con tale calore e convinzione che il 23 ottobre 2010 a Roma, con grande sconcerto dell'ambasciata cinese, la 3°Marcia Internazionale per la Libertà dei popoli fu guidata da Giulio e dalla leader spirituale degli Uyghuri Rebiya Kadeer. La partecipazione a tante marce di Società Libera, con il suo andare dinoccolato e soddisfatto, resterà nella memoria di tanti, ma ancor più nella storia di un alto e nobile intellettuale che, con umiltà e in puro spirito di servizio, ha saputo marciare silenziosamente e anonimamente testimoniando passione e impegno per la libertà, non solo raccontati ma anche praticati.

Gli siamo grati per essere stato pietra angolare nella costruzione di tante edizioni del Premio Internazionale alla Libertà, abbiamo individuato insieme personaggi eccellenti da premiare, da Edoardo Boncinelli a Giacomo Rizzolatti, da Nicola Cabibbo a Ferdinando Scianna a Giovanni Reale.   

E che dire del suo interesse alla convivenza e al dialogo con amici quali Nicola Matteucci e Dario Antiseri, sensibilità liberali parallele ma non coincidenti, un team che ha onorato la nostra concezione del liberalismo.

Arrivederci Professore, troppo velocemente sei entrato nel Pantheon a noi caro.

 * Presidente di Società Libera

Loading...
Commenti
    Tags:
    giulio giorellomorto giulio giorellogiulio giorello filosofo
    Loading...
    in evidenza
    Clizia Incorvaia: 'Sesso, baci e...' Sicilia bollente con Ciavarro

    Belen, Diletta e... Le foto delle Vip

    Clizia Incorvaia: 'Sesso, baci e...'
    Sicilia bollente con Ciavarro

    i più visti
    in vetrina
    Ludovica Pagani sulle orme di Diletta Leotta... anche a Radio 105

    Ludovica Pagani sulle orme di Diletta Leotta... anche a Radio 105


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    CUPRA svela il primo modello completamente elettrico

    CUPRA svela il primo modello completamente elettrico


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.