A- A+
Culture
Gli artigiani della Val Camonica in mostra a Ginevra
Advertisement

In Italia, in numerosi settori, vengono attivate iniziative sostenute da fondi pubblici di cui spesso solo gli addetti ai lavori sono a conoscenza. Alcune sono veramente significative e permettono di offrire al mondo il meglio dell’ingegnosità e del talento del nostro Paese. Una di queste, sostenuta dal MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, e dalla sua  Direzione Generale Creatività Contemporanea, è l’Italian Council, che sostiene progetti di produzione, promozione, diffusione e conoscenza dell’arte contemporanea italiana nel mondo, promuovendo internazionalmente artisti, curatori e critici, favorendo lo sviluppo dei talenti e incrementando le pubbliche collezioni. Il tutto finanziando i progetti più interessanti che vengono sottoposti a una prestigiosa commissione di valutazione (nella nona edizione di dicembre 2020 ne sono stati presentati 204 e finanziati 37, tra cui 9 borse di studio).

Tra i vincitori nella sezione dedicata alle opere destinate a finire nei musei italiani dell’ottava edizione – luglio 2020 – figurava la proposta ideata dallo scultore Stefano Boccalini e presentata dalla Comunità Montana di Valle Camonica dal titolo La ragione nelle mani, destinata alla GAMeC, Galleria di Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo. Il lavoro ha raccolto anche l’attenzione di vari partner internazionali, dalla Art House di Scutari, in Albania, alla Sandefjord Kunstforening, in Norvegia, dall’Accademia Belle Arti di Bologna al Musée Maison Tavel-Musée d’Art et d’Histoire di Ginevra. Proprio in quest’ultima istituzione è aperta fino al prossimo 27 giugno la prima esposizione del suggestivo progetto artistico.

Si tratta dell’elaborazione e della “traduzione” in forma di manufatti-sculture di nove parole che, nelle più diverse lingue, identificano il rapporto tra uomo e natura e tra gli esseri umani. Con la guida dello scultore e docente alla NABA, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, quattro artigiani di Monno, in collaborazione con otto bambini (i migliori di un laboratorio che ha coinvolto tutti i piccoli del comune dell’alta Val Camonica dedicato alla scelta degli intraducibili vocaboli), hanno realizzato dei magnifici manufatti, grazie alle antichissime pratiche appartenenti alla tradizione camuna: la tessitura dei pezzotti, il ricamo, l’intreccio e l’intaglio del legno.

Anshim ricamo a parola ravvicinata
 

A Ginevra, e prossimamente a Bergamo, se ne ammirano nove. Dal raffinato ricamo Anshim (dal coreano “sentirsi in armonia con sé stessi e con il mondo”) bianco su bianco a “punto intaglio”, montato come un quadro, al legno di noce sapientemente intagliato per Gurfa (dall’arabo “acqua che si riesce a tenere nel palmo di una mano come metafora di qualcosa di molto prezioso”); dal pezzotto, tappeto fatto con tessuti lavorati a telaio manuale, Balikwas (dal filippino “abbondonare la propria sicura routine”) al manufatto di legno nocciolo intrecciato Ohana (dall’ hawaiano “la famiglia che comprende anche gli amici e non lascia indietro nessuno”), realizzato con la tecnica utilizzata per la creazione di cestini e gerle.

Il tutto a formare una grande installazione, legata all’ecosostenibilità di un’antichissima comunità, che, dalle incisioni rupestri preistoriche (il primo Patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’UNESCO all’Italia) in poi, ha saputo mantenere un’identità precisa e unica, pur sapendo confrontarsi, come in questo caso, con la ricchezza e i portati delle culture etniche del mondo.

Bailkwas pezzotto (tappeto)
 

Commenti
    Tags:
    valcamonicaginevramostra
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Mia Ceran ci guida alla scoperta del fenomeno Podcast

    Il suo "The Essential" in esclusiva su Spotify

    Mia Ceran ci guida alla scoperta del fenomeno Podcast

    i più visti
    in vetrina
    Naomi Campbell mamma a sorpresa a 51 anni: "Non c'è amore più grande"

    Naomi Campbell mamma a sorpresa a 51 anni: "Non c'è amore più grande"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Presentata l'Alfa Romeo Giulia per l'Arma dei Carabinieri

    Presentata l'Alfa Romeo Giulia per l'Arma dei Carabinieri


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.