A- A+
Culture
Hoepli, è guerra per l’eredità. Indagati per truffa tre familiari

Guerra per l'eredità a casa Hoepli. Due rami della dinastia di editori si stanno scontrando per il controllo del pacchetto azionario della casa editrice. Già a dicembre il tribunale civile aveva sequestrato il 60% delle azioni affidandole a un custode. Ora una nuova puntata. Oltre alle cause civili in corso a Milano, in Svizzera e in Liechtenstein, entra in campo anche la giustizia penale, come scrive il Corriere della Sera. I reati ipotizzati? Appropriazione indebita e truffa aggravata dall’abuso del vincolo di parentela. Sotto inchiesta sono finite tre persone: l’ottantenne Ulrico Carlo Hoepli e i suoi figli, Giovanni e Matteo.

Oggetto della contessa è il pacchetto azionario di maggioranza, quel 60% rivendicato dagli eredi di Bianca Maria, la zia centenaria dell’ottantenne Ulrico Carlo, morta a febbraio 2016. Proprio poco prima di morire la donna ha presentato una denuncia querela alla procura della Repubblica con accuse mirate e supportate da documenti che risalgono indietro nel tempo, fino agli Anni Cinquanta. Si parla di "sofisticato disegno criminale", che sarebbe stato voluto dal ramo della dinastia Hoepli guidato da Ulrico Carlo in suo danno, allo scopo di "impossessarsi illecitamente del suo pacchetto azionario".

La rivendicazione di Bianca Maria Hoepli si basa da un lato sull'accordo fra tre fratelli negli anni '50 (a lei sarebbe andato il 20%, a Ulrico e Gianni Enrico il 40% ciascuno) e dall'altro sul fatto che Gianni Enrico Hoepli, prima di morire nel 2006, l'aveva nominata erede testamentaria universale, dandole il suo 40% e quindi, di fatto, il 605 delle quote, ovvero il bastone di comando della società. Ma, secondo Bianca Maria Hoepli, di fatto il ramo "guidato" da Ulrico Carlo (di cui era zia) le avrebbe "impedito" di godere della sua quota azionaria. Quota che varrebbe oltre 40 milioni di euro e che ora viene rivendicata dagli eredi di Bianca Maria.

Tags:
hoepli eredità guerracasa editrice hoepli guerra eredità
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.