A- A+
Culture
Il "Leonardo" di Vittorio Sgarbi a teatro

Di Chiara Giacobelli

Osimo – Più che uno spettacolo teatrale, quella di Vittorio Sgarbi è una vera e propria lectio magistralis su Leonardo Da Vinci, pensata e organizzata in occasione del cinquecentenario della morte del genio toscano. Leonardo fu senza dubbio la personalità più significativa del Rinascimento italiano: pittore, scultore, architetto, scienziato, filosofo, ingegnere, musico e cantante, astronomo. Nessuno come lui seppe lasciare una traccia indelebile nell’umanità nei più svariati campi, non ultimo il fascino che la sua stessa persona emanava incantando conti, duchi, re e regine.

Raccontare un simile personaggio all’interno di uno spettacolo teatrale, riassumerlo per i non addetti ai lavori in poco più di tre ore, è un’impresa pressoché impossibile; ma se esiste un uomo che può tentare tale impresa, quell’uomo è di certo Vittorio Sgarbi, il quale non conosce rivali quanto a bagaglio artistico/culturale e a capacità di espressione. Ma come affrontare un gigante di simili dimensioni? Sgarbi, in linea con la propria professionalità, sceglie di concentrarsi sul Leonardo pittore, non soltanto considerando che l’arte è la materia a lui più congeniale, ma anche perché, di tutti i talenti che gli possono essere attribuiti, la pittura fu la più rappresentativa, avendo prodotto capolavori ineguagliabili.

“La Gioconda non è soltanto un quadro – spiega Sgarbi a proposito del celebre ritratto – essa è ormai diventata un emblema, il simbolo del patriottismo italiano dopo il calcio. Qui, più che in ogni altra opera, ritroviamo il senso vero dell’artista nella volontà di sfidare Dio e la morte dando origine a qualcosa di nuovo, di meraviglioso, che possa travalicare lo spazio e il tempo arricchendo l’umanità”.

Dunque una lunga e approfondita lezione d’arte che ripercorre i passi di Leonardo da giovanissimo sino alla morte, soffermandosi sui dettagli dei quadri da lui dipinti, sui significati nascosti, sugli enigmi a volte inesistenti e sull’influenza esercitata sui contemporanei e sui posteri. Attraverso un’attenta analisi biografica e artistica, leggendo alcuni passi di Giorgio Vasari e altri documenti, Vittorio Sgarbi ci conduce dentro il fantastico mondo di Leonardo Da Vinci, aiutandoci a capirne la personalità complessa e fuori dal comune. Un vero genio che venne riconosciuto come tale non ancora adulto e da allora occupò per sempre un posto di primo piano nella storia dell’Italia e dell’arte internazionale.

La Dama con l’ermellino, la Vergine delle rocce, il Ritratto di Ginevra de’ Benci, l’Ultima Cena e l’Uomo vitruviano sono solo alcuni dei lavori presi in esame attraverso parallelismi e considerazioni, in un racconto entusiasta e sentito che ci restituisce l’uomo al di là del genio e dell’artista, con le sue stravaganze, le abitudini, le inclinazioni sentimentali e lo stile di vita. Un fuoriclasse incapace di assoggettarsi al potere e alle leggi prestabilite della società, trovando piuttosto la sua massima soddisfazione nell’intuizione, ben al di là della realizzazione pratica. Intuizioni che talvolta furono portate a termine con estrema bravura, spesso rimasero incompiute e in alcuni casi divennero realtà nel futuro, anticipando qualcosa che solo un domani si sarebbe avverato (basti pensare al volo o all’enorme cavallo di bronzo per il duca di Milano Francesco I).

“Leonardo” è uno spettacolo realizzato da Corvino Produzioni con Valentino Corvino alla musica. Durante il pomeriggio di domenica 28 ottobre al Teatro La Nuova Fenice di Osimo, sold out come era facile prevedere, Sgarbi ha accennato anche alla sua mostra tuttora in corso di De Chirico a Osimo, tracciando un legame tra due artisti tanto lontani nel tempo quanto vicini nell’atto della creazione. Il tour è appena iniziato, perciò è possibile vederlo a Milano e in altre città d’Italia. Al Teatro La Nuova Fenice, invece, il prossimo appuntamento è il 17 novembre con Filumena Marturano di Eduardo De Filippo.

 

Per maggiori informazioni: www.corvinoproduzioni.it; www.teatrolanuovafeniceosimo.it  

Commenti
    Tags:
    leonardovittorio sgarbiteatro
    in evidenza
    Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

    Costume

    Gregoraci lascia la casa di Briatore
    Racconto in lacrime sui social

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Honda svela la nuovo generazione di HR-V

    Honda svela la nuovo generazione di HR-V


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.