A- A+
Culture
Intesa porta la Poesia a Vicenza

PARLA ITALIANO IL PENULTIMO APPUNTAMENTO CON
POETRY VICENZA
ALLE GALLERIE DI INTESA SANPAOLO 


Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari - 26 maggio 2016 - ore 18
 
Giovedì 26 maggio, alle ore 18.00, parla italiano l’appuntamento alle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, sede museale e culturale di Intesa Sanpaolo, con Poetry Vicenza. 

Sono infatti Alessandro Fo e Andrea Molesini i
protagonisti del penultimo incontro della rassegna di poesia e musica ideata e curata da
Marco Fazzini, promossa da Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari e Comune di
Vicenza, in collaborazione con l’associazione culturale TheArtsBox, con il Dipartimento di
Studi Linguistici e Culturali Comparati di Ca’ Foscari (Venezia) e con Vicenza Jazz.
Si tratta di poesia spontanea, istintiva, toccante, eppure dotta e ricercata, una poesia che
attinge direttamente dalla classicità per una perfetta calibratura dei versi e una musicalità
singolare. Entrambi docenti universitari e traduttori, Fo e Molesini hanno plasmato il loro
stile su modelli e antesignani di grande caratura: la letteratura latina per Fo e quella greca
per Molesini anche se, da avidi lettori, hanno riferimenti precisi anche nella
contemporaneità di Sereni, Campana, Ripellino, Walcott, Simic, Pound e Hughes.

Accompagnano i poeti le musiche di due tra i musicisti più lirici del panorama nazionale:
Giovanni Ceccarelli (pianoforte) e Daniele Di Bonaventura (bandoneon).

Anche giovedì le persone interessate trovano a Palazzo Leoni Montanari il volume
antologico di Poetry Vicenza contenente i testi, le biografie e le bibliografie dei protagonisti

della rassegna del 2016, assieme a un ampio repertorio inedito di contributi, testi e immagini
sulla Beat Generation americana, per la ricorrenza dei 60 anni dell’uscita di Urlo di Allen
Ginsberg.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Andrea Molesini (Venezia, 1954) è poeta, critico, traduttore e narratore. Vive a Venezia e insegna
Letteratura Comparata presso l’Università di Padova. Dal 1989 al 2000 con Arnoldo Mondadori pubblica
una dozzina di libri per ragazzi. Nel 1999 vince il Premio Andersen alla carriera. Dal 1998 al 2010 collabora con Alias (supplemento letterario del “Manifesto”). Dal 2001 al 2008 traduce e cura per Adelphi tre volumi di Derek Walcott e uno di Charles Simic. Nel 2008 vince il Premio Monselice per la Traduzione letteraria.
Nel 2011 il suo romanzo Non tutti i bastardi sono di Vienna vince il Premio Campiello, il Premio Comisso il Premio Latisana e il Premio Città di Cuneo Primo Romanzo e viene tradotto in varie lingue, tra cui: inglese, francese, tedesco, spagnolo, olandese, norvegese, sloveno, danese e ungherese. I suoi romanzi successivi sono: La primavera del lupo (2013) e Presagio (2014). Molesini ha tradotto più di 30 libri, occupandosi anche di alcuni dei maggiori poeti di lingua inglese. I suoi principali libri di poesia sono: Storie del ritorno (1997); Tarme d’estate (1999); L’isola nera (2000); Chi naviga, chi resta (2006).

Alessandro Fo (Legnano, 1955) insegna Letteratura Latina all’Università di Siena. Ha tradotto e curato:
Rutilio Namaziano (Il ritorno, Einaudi 1994), Apuleio (Le Metamorfosi, Einaudi 2010), La Favola di Amore
e Psiche (Einaudi 2014), Virgilio (Eneide, con studio introduttivo, e con note di Filomena Giannotti, 2012).
Si occupa anche di fortuna letteraria dei classici (ha studiato in tal senso soprattutto Virgilio, Orazio, Ovidio e Rutilio Namaziano) e di letteratura italiana contemporanea (specialmente Angelo Maria Ripellino). I suoi libri di versi sono: Otto febbraio (Scheiwiller 1995); Giorni di scuola (Edimond 2001); Piccole poesie per banconote (Polistampa 2002); Corpuscolo (Einaudi 2004); Vecchi filmati (Manni 2006); Mancanze (Einaudi 2014). È autore del saggio Il cieco e la luna. Un’idea della poesia (Edizioni degli Amici, 2003).

Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari
contra’ Santa Corona 25 - 36100 Vicenza
Numero verde 800.578875
www.gallerieditalia.com
info@palazzomontanari.com

 

CANTO
Ogni cosa del cielo alla terra ritorna –
il sole, la pioggia, l’aquila ignara.
Poco, con gli anni gran poco s’impara –
forse ad ascoltare chi ci ama,
a tendere l’arco dello stile al semplice
dire di ogni giorno,
a giocare col filo della trama.
Ogni cosa tende al suo ritorno –
il sussurro dell’ombra tutto brama.
(Andrea Molesini)
 

BENEDETTO IL FRUTTO

Forse, distante, in questo istante mi scrive.

Il suo pensiero, pieno di sé per me,
s’irradia come un ordine nei nervi,
raggiunge gli occhi, l’espressione, il collo,
la spalla destra, l’anello dell’ascella,
scende per i muscoli del braccio,
sfocia alle dita, docile s’impenna
nella ferma stretta della penna,
muta in inchiostro, si fissa nella carta,
cifra in simboli idea, conforto e affetto.

E io, mentre l’immagino, risalgo
dal foglio, su cui tiene fissi gli occhi
e in prospettiva io pure mi rifletto,
lungo la penna, le dita, quella mano,
il braccio, il collo,
le tempie, il suo pensiero,
che poi, in ultima analisi, è un pensiero,
lo spicchio di un rapporto, di un progetto,
nientedimeno che un’idea
di Dio.
(Alessandro Fo) 

Tags:
intesa sanpaolo porta la poesia a vicenzaalessandro fo poeta
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.