A- A+
Culture
L’ora di ricevimento - Banlieu: lo spettacolo a teatro con Bentivoglio-Placido
Foto di Alessandro Botticelli

Teatrovivodi   Lucilla Noviello

La commedia di Stefano Massini L’ora di ricevimento - Banlieu in scena al Teatro Eliseo di Roma fino al 26 marzo con la regia di Michele Placido e l’interpretazione di Fabrizio Bentivoglio insieme con Francesco Bolo Rossini, Giordano Agrusta, Arianna Ancarani, Carolina Balucani, Rabil Brahim, Vittoria Corallo, Andrea Iarlori, Balkissa Maiga, Giulia Zeetti e Marouane Zotti, racconta una scuola francese di periferia come fosse la scuola di tutta un’Europa che, nel tempo, è diventata multietnica. A dispetto di ciò i professori sembrano essere rimasti i buoni uomini e le buone donne di sempre, nelle dinamiche teatrali dell’autore italiano, in cui la politica, in queste scene, non è presente se non come religione o lieve storia sociale; in cui gli allievi – che non compaiono se non malinconicamente in un’unica forma vivente, quando ormai sono cresciuti – vengono rappresentati dai loro tic – che li caratterizzano in modo poco affettuoso oltre che poco originale – ma soprattutto dai loro genitori: ebrei, indiani, spagnoli, musulmani, polacchi. Stirpi preoccupate non dell’istruzione dei propri figli ma solo del rispetto delle proprie piccole pratiche - religiose appunto,  oppure di supremazia dell’uomo sulla donna. La regia di Michele Placido lascia tutto lo spazio  al fiume di parole dell’autore, al lungo monologo iniziale in cui Fabrizio Bentivoglio  professore descrivi i suoi allievi – poco più che bambini – non per identità ma per soprannome, svilendo la funzione educativa di un insegnante accomodante ma rassegnato, che non ha figli né sembra avere una vita di contemporanea letteratura. Tutto appare scontato in questo spettacolo: lo svolgersi dell’anno scolastico, il triste piccolo disprezzo di alcuni allievi, gli ebrei e i musulmani con le loro dispute sul cibo. Eppure qualcosa ci tiene vivaci e attenti: è la voce di Fabrizio Bentivoglio, la sua grazia d’attore di esperienza e il suo amore per la scena – sia essa cinematografica sia essa teatrale – che rispetta le parole che pronuncia, il suo mestiere e il pubblico variegato – come la sua classe – che lo ascolta. Pubblico al quale si inchina, salutando, sottolineando il suo ringraziamento con il gesto lungo e armonioso del braccio. E il pubblico lo applaude, a sua volta ringraziando lui, bravo e ancora sempre bello nel suo sorriso improvviso.

L’ora di ricevimento- Banlieu di Stefano Massini. Regia di Michele Placido. Con Fabrizio Bentivoglio, Francesco Bolo Rossini, Giordano Agrusta, Arianna Ancarani, Carolina Balucani, Rabil Brahim, Vittoria Corallo, Andrea Iarlori, Balkissa Maiga, Giulia Zeetti e Marouane Zotti. Al Teatro Eliseo di Roma Fino al 26 marzo e poi in tournè in tutta Italia.

Tags:
l’ora di ricevimento - banlieuteatro l’ora di ricevimento - banlieu
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.