A- A+
Culture
L’Università degli Studi di Milano Cento anni di storia, scienza, arte e cultura
Credit photo Nick Zonna

L’Università degli Studi di Milano ha presentato oggi alla stampa il programma di manifestazioni per il suo Centenario, un viaggio alla scoperta del mondo e dei valori dell’Ateneo, che inizia oggi e terminerà a novembre 2024. Prima tra le realizzazioni per il Centenario il VUMM - Virtual UniMi Museum, uno spazio virtuale che renderà per la prima volta accessibile al pubblico lo straordinario patrimonio culturale dell’Università degli Studi di Milano.Un programma di eventi che l’Ateneo ha scelto per festeggiare il suo Centenario, presentato oggi nella monumentale sede centrale della Ca’ Granda con la partecipazione del Rettore dell’Università degli Studi di Milano Elio Franzini, il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, l’Assessore all’Università, Ricerca e Innovazione di Regione Lombardia Alessandro Fermi, il Presidente di Fondazione Cariplo Giovanni Fosti, il Prorettore delegato a Terza missione, attività culturali e impatto sociale Marina Carini, il Prorettore all'Innovazione digitale, progetti strategici e speciali Goffredo Haus e il curatore artistico del Centenario Massimiliano Finazzer Flory.Affidato alla direzione artistica di Finazzer Flory, il palinsesto del Centenario disegna un viaggio alla scoperta del mondo e dei valori dell’Ateneo, che inizia oggi per concludersi nel novembre 2024. Un work in progress che abbraccia passato, presente e futuro in proposte che animeranno la scena culturale milanese. La comunità interna, chiamata a portare la propria testimonianza, e la cittadinanza saranno egualmente coinvolte in una pluralità di iniziative plasmate dalla ricchezza scientifica e culturale offerta dell’ecosistema interdisciplinare della Statale. A inaugurare le celebrazioni per il Centenario, realizzazione particolarmente emblematica della storia e dell’identità dell’Ateneo, è il VUMM - Virtual UniMi Museum uno spazio virtuale che grazie alle più moderne tecnologie digitali, rende accessibili al pubblico i tesori del ricchissimo patrimonio culturale dell’Università degli Studi di Milano. Un patrimonio espressione di un sapere plurale multidisciplinare, composto da edifici storici e contemporanei, musei, collezioni scientifiche, artistiche, archivistiche, bibliografiche, storiche, archeologiche naturalistiche. Il VUMM raccoglie un’ampia selezione - oltre 2.000 immagini digitalizzate - delle oltre 20 collezioni ereditate dall’Ateneo sin dalla fondazione, arricchite nei decenni da acquisizioni, donazioni, ma anche grazie all’incessante lavoro di ricerca, agli scavi, alle campagne archeologiche. Un percorso di conoscenza che ha accompagnato 100 anni di vita universitaria, e cittadina, dall'eeredità degli antichi istituti ai più recenti frutti della ricerca. Oggetti che spesso uniscono al loro valore storico-scientifico, oltre che culturale, stupefacenti qualità estetiche. Nel reportage fotografico ambienti e oggetti esposti al VUMM - Virtual UniMi Museum

Servizio realizzato da Nick Zonna 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cultura





in evidenza
Palla di fuoco verde attraversa il cielo fra Spagna e Portogallo

Cronache

Palla di fuoco verde attraversa il cielo fra Spagna e Portogallo


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


motori
CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.