A- A+
Culture

 

POLTRONE NELL'EDITORIA/ Messaggerie, Vincenzo Russi Chief Digital Officer del gruppo

 

LO SPECIALE

Scrittori, editori, editor, interviste, recensioni, librerie, e-book, curiosità, retroscena, numeri, anticipazioni... Su Affaritaliani.it tutto (e prima) sull'editoria libraria

Fa i conti ancora con il segno meno il mercato del libro in questi primi quattro mesi del 2013. E registra un -4,4% nei canali trade, secondo il primo dei dati Nielsen che saranno presentati nell’ambito del convegno “Scene di paesaggio all’uscita dal tunnel. Editori e canali di vendita con lo sguardo puntato al di là della crisi”. Un segnale importante di trend se si considera che il mercato non recupera il -9,8% registrato nei primi quattro mesi del 2012, aggravandolo ulteriormente. Se ne parlerà nell’ambito del convegno organizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) in collaborazione con il Salone internazionale del libro di Torino e in programma per venerdì 17 maggio alle 10.30 nella Sala Blu del Salone: un’occasione per fare il punto, proprio a partire dai dati, su come è andato complessivamente il 2012, sui primi mesi dell’anno e soprattutto per puntare lo sguardo e l’attenzione – da dentro alla crisi (il Pil 2013 farà segnare ancora un -1,5%, quello del 2014 prevede uno stentato +0,5%) – su cosa ci sarà all’uscita dal tunnel.

Niente infatti è più come prima. Eravamo abituati a un mercato che anno dopo anno cresceva di 1-2 punti percentuali, che non risentiva delle crisi congiunturali e delle inquietudini sociali. Poi, dal 2011, tutto è rapidamente cambiato: le case editrici e tutta la filiera – dalla stampa alla distribuzione alle librerie – sono entrate nel  lungo tunnel della crisi in cui ancora ci troviamo. E’ rapidamente emerso un minor potere di spesa dei lettori e un cambiamento nelle percezioni del pricing, del valore dei marchi e della “funzione” editoriale. Si è sviluppato il self-printing, è cresciuto il commercio on-line, il mercato ebook (oggi, in poco più di due anni, il 46% delle novità del mese sono in digitale) e dell’editoria digitale. Le difficoltà economiche sembrano piuttosto un acceleratore delle trasformazioni di tutto l’ecosistema editoriale: dal rapporto autore/lettore a quello editore/cliente e lettore (si pensi solo al crescente ruolo che hanno i blog letterari e twitter nella comunicazione editoriale). Tutto questo per un mercato che continua a esser fatto da poco più di 25-26milioni di clienti potenziali, di cui 22-23milioni acquirenti.

Ne parleranno, moderati dal giornalista del Sole24Ore Stefano Salis e introdotti dal presidente di AIE Marco Polillo e dal direttore del Salone Ernesto FerreroPier Domenico Baccalario (Autore), Angela Di Biaso (Messaggerie Libri), Sergio Fanucci (Fanucci editore), Luca De Michelis (Marsilio), Monica Manzotti (Nielsen), Stefano Mauri (Gruppo GeMS),Alessandro Monti  (Giangiacomo Feltrinelli editore), Mauro Zerbini (IBS).

Tags:
aiesalone di torinonielsenvendite libri
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo


casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.